SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Su San Benedetto del Tronto sventola la Bandiera anche per l’estate 2022.

Stamane, presso la sala consiliare del Comune di San Benedetto, si è svolta una conferenza stampa sulla Bandiera Verde, riconoscimento indicante una località marina con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri. Tra i requisiti necessari per l’acquisizione del merito si riconoscono la presenza di spiaggia con sabbia, lo spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta, la presenza degli assistenti di spiaggia, le attrezzature dedicate ai bambini accompagnate da opportunità di divertimento anche per i genitori.

All’appuntamento di oggi, infatti, hanno presenziato il pediatra, accademico e giornalista Italo Farnetani, fondatore e coordinatore delle Bandiere Verdi, il sindaco di San Benedetto Antonio Spazzafumo e il presidente dell’Assoalbergatori Nicola Mozzoni.

Così ha aperto l’incontro il sindaco Spazzafumo: “Un evento importante per una riconoscenza di altrettanta rilevanza. La nostra città vive di un turismo familiare, con spiagge organizzate chiaramente anche per i bambini. Negli anni acquisito il vizio di controllare, quando mi fermo in uno chalet, se ci siano le aree dedicate ai bambini. Siamo orgogliosi di questa riconoscenza; la nostra città ha richiamato tantissime famiglie, è una nota d’orgoglio poter avere questi riconoscimenti che divulgano nel territorio nazionale, e non solo, il fatto che San Benedetto sia una città bella, turistica e alla portata dei bambini”.

Il presidente dell’Assoalbergatori Nicola Mozzoni ha dichiarato: “La stagione si preannuncia magnifica. La spiaggia di San Benedetto ha il vantaggio di avere sabbia molto fine, con una tranquillità ricercata e un mare che degrada dolcemente. Poter puntare sulla bandiera verde è fondamentale. Diamo un marchio di qualità al nostro territorio e riusciamo a promuovere servizi che faremmo fatica ad evidenziare”.

In conclusione, la parola è passata al professor Italo Farnetani: “15 anni fa nacquero le bandiere verdi, e oggi siamo arrivati a 153 bandiere totali: 145 in italia, 3 in Africa e 5 nell’Unione Europea. Nel primo anno c’erano sole 10 località, e San Benedetto era l’unica località nell’arco di 450 km. San Benedetto è stata la città maggiormente impegnata per le bandiere verdi e che soprattutto ha rappresentato un laboratorio. È cambiato il modo di far vivere il mare ai bambini; non si cercano le spiagge isolate ma quelle con animazione. 2860 pediatri hanno constatato la qualità delle spiagge, delle acque e dei servizi dedicati ai bambini e agli adulti. San Benedetto ha promosso anche ricerche a livello di laboratorio, un orgoglio a livello scientifico di questa comunità. La forza della città è stata l’aver fatto squadra. Sono cambiate le amministrazioni e i presidenti dell’Assoalbergatori ma l’unità è rimasta”.