SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È stata convocata per oggi, mercoledì 25 maggio, alle ore 18.30, nella sala consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto, la seduta della VI Commissione Bilancio per discutere i seguenti punti all’ordine del giorno:

  1. P.E.F.;
  2. Tariffe Tari;
  3. Variazioni di bilancio;
  4. Varie ed eventuali.

Dopo che il presidente di commissione Paolo Canducci ha aperto ufficialmente la commissione, è iniziata la discussione riguardo i diversi punti della seduta giornaliera. L’assessore al bilancio Domenico Pellei ha preso la parola: “Con piacere confermiamo le previsioni di bilancio approvate lo scorso 26 marzo. Il Pef 2022 è equiparato al pef 2021; siamo contenti di poter confermare quell’indirizzo inserito nel bilancio di previsione. Dal Pef si genera, per legge, – ha affermato Pellei – la definizione delle tariffe, la cui strutturazione è in buona parte definita. Abbiamo qualche piccola variazione sulle tariffe, nel senso che è cambiata la base imponibile. I contribuenti riferiti ad utenze domestiche a San Benedetto sono passati da 24.981 a 25.470, un incremento di circa 500 unità che ha generato qualche piccola variazione sulle tariffe Tari. Ragion per cui si registra una tariffa inferiore per i nuclei familiari del 2,5%, mentre va a verificarsi una situazione opposta per le utenze commerciali (diminuite di 340 unità), con un conseguente aumento dell’1%. Il 2,5% è comunque tarato in base al numero di persone che compongono le famiglie e alla grandezza degli appartamenti”.

Alla commissione di questo pomeriggio era presente anche Lanfranco Cameli, direttore del Servizio Aree Verdi del Comune di San Benedetto. Proprio il responsabile del settore ambiente ha fatto notare la presenza di un serio problema in corso relativo allo smaltimento dei rifiuti indifferenziati. Come ha spiegato Cameli, la vasca del nostro territorio non è ormai più disponibile per la gestione dei rifiuti e la conseguenza primaria è il trasporto fuori provincia, con i costi complessivi che, successivamente, hanno subito un aumento. “La proiezione futura è seriamente preoccupante – ha argomentato Cameli. Oggi, ad esempio, sono partiti 5 camion in direzione di Fano. Il problema è legato all’accordo tra i sindaci; la Picenambiente si sta dando da fare per tornare in bacino. Le prospettive sulla carta dovrebbero essere rosee per il periodo di settembre, ma c’è la possibilità di uno slittamento”.

In seguito, l’assessore Pellei ha proceduto ad illustrare una valutazione sui contenuti strategici della raccolta e smaltimento dei rifiuti. “Con l’amministrazione e la società addetta – ha annotato Pellei – siamo orientati verso il principio della tracciabilità dei rifiuti e della definizione della tariffa puntuale. È già iniziata sperimentalmente questa attività, con la consegna di sacchi tracciati con microchip, il tutto per mettere a sistema un principio legato alla costanza e alla corretta gestione del rifiuto (differenziazione e consegna periodica). Ci sono 4,8 mln di investimenti, una città come la nostra non può che guardare al fenomeno della transizione ecologica a cui siamo molto legati”.

Riguardo la variazione di bilancio (terzo punto all’ordine del giorno) lo stesso Pellei ha aggiunto come essa scaturisca in buona parte dall’approvazione del rendiconto del bilancio 2021, con il superamento della condizione di disavanzo tecnico. Ciò ha comportato lo svincolo di alcune risorse, con un disavanzo di 433mila euro. Così ha proseguito poi l’assessore: “Abbiamo riconosciuto l’opportunità di destinare risorse al servizio turismo (70mila euro), cultura (70mila euro) e sport (74mila euro), per venire incontro alle richieste dei servizi; ulteriori risorse sono destinate anche all’Ambito 21 (97mila euro). Rispondiamo anche ad una richiesta dei servizi sociali per un importo di 50 mila euro da destinare ai centri ricreativi per l’infanzia. Inoltre, c’è uno stanziamento apposito di circa 75mila euro per spese di prestazioni professionali per attività legate al Pnrr: per rispondere ai vari bandi, infatti, è opportuna un’attività di scouting ed assistenza agli uffici”.