SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolto in mattinata il summit tra Confesercenti Marche e l’Amministrazione Comunale di San Benedetto.

Molti i temi toccati: dall’occupazione del suolo pubblico, alla Tosap degli operatori commerciali. A fare il punto su tutte le novità, è il presidente di Confesercenti Marche, Sandro Assenti, che Riviera Oggi ha intervistato. Di seguito le sue parole (in primo piano l’intervista):

“A conti fatti possiamo ritenerci soddisfatti, l’amministrazione è venuta incontro a noi operatori commerciali. Con la scadenza dell’emergenza il 31 marzo, si sarebbe dovuti tornare al vecchio piano di occupazione dei tavolini, ma si sta andando verso un periodo di transizione. Se oggi uno ha 100 metri di locale, può sviluppare al massimo 100 metri al di fuori. Ci sarà quindi un riordino dei ‘tavolini selvaggi’ che abbiamo visto in città negli scorsi mesi. Ciò è sicuramente un bene per la nostra città. Non ci sarà più il silenzio-assenso, quest’anno ci vuole l’autorizzazione del Comune per ogni intervento. Inoltre, un altro aspetto a livello nazionale, è che purtroppo si ricomincerà a pagare la Tosap, tassa del suolo pubblico. L’aspetto che ho ribadito anche oggi nel corso della riunione è che un locale, specialmente a San Benedetto, non è soltanto un arredo urbano, bensì è un’impresa fatta di dipendenti e famiglie”.