SAN BENEDETTO –  Il dottor Claudio Maria Maffei venerdì 3 dicembre sarà ospite di un convegno organizzato da Articolo 1 presso l’Associazione Pescatori in viale Marinai d’Italia, alle ore 17.30. Clicca qui   Nel frattempo su Facebook ha postato alcune sue considerazioni che includono anche l’ormai annoso problema delle strutture ospedaliere picene. Sempre molto chiare e senza peli sulla lingua le sue convinzioni dettate da una grande esperienza maturata da Direttore Sanitario dell’Inrca, oggi in pensione.
“La politica sanitaria delle Marche è attualmente nelle mani sbagliate. Nella foto i dieci motivi per rendersene conto. Ho riassunto in dieci motivi quello che non va nella gestione della sanità delle Marche e che dovrebbe suggerire, anzi imporre, un cambio delle mani di chi la governa.
Ma siccome quelle mani sono di una Giunta democraticamente eletta da solo un anno, ci sono solo due possibilità per migliorare la situazione. La prima è che la Giunta prenda atto della situazione e cambi. Chi, cosa e come cambiare veda lei. Sono in tanti a poterla consigliare. La seconda è che venga commissariata da Roma per manifesta incapacità di governo della sanità, che sarebbe ad oggi facile dimostrare.
L’unica cosa che non dovrebbe succedere, ma è probabile purtroppo che succeda, è fare finta di niente. Fare finta che si possa fare promesse come se fossimo ancora in campagna elettorale. O come fare finta che sia normale che in una Regione un Presidente e un Assessore alla sanità legittimino di fatto chi non si vaccina. Uno dice che non è che li puoi restringere troppo che sennò si innervosiscono e l’altro dice che vabbè alla più brutta se ti ammali c’è la diagnosi precoce e la terapia domiciliare. Il mio concetto di normalità è diverso”
Firmato: Claudio Maria Maffei

Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.