SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la brutta sconfitta refilata per 3-1 con il Matese, abbiamo avuto modo di ascoltare le dichiarazioni dei due allenatori.

Antonioli: Ha vinto la squadra che ha avuto più carattere. Nel primo tempo non eravamo in partita, un po’ meglio nel secondo anche se su un campo del genere è difficile parlare di un discorso tattico e tecnico. Siamo stati lenti nelle marcature e ci manca la mentalità giusta per affrontare questa categoria“. – afferma. “Facciamo fatica in attacco e i numeri parlano chiaro. Nel mercato cambieremo qualcosa ma ci penserà la società, abbiamo bisogno di forza nuove. “. – conclude il tecnico rossoblu.

Urbano: “Sono contento per i nostri attaccanti. I miei giocatori hanno dimostrato di essere di categoria negli ultimi due anni”. – dichiara. “Il blasone in Serie D non conta anche se per noi è stata la partita della vita. In casa riusciamo a fare un certo tipo di gioco, infatti, l’anno scorso qui il Notaresco e il Campobasso hanno lasciato dei punti”. – aggiunge. “La Samb? Ancora non è una squadra ma ha dei singoli di valore. – afferma in merito agli avversari. “Ricordo che quando giocavo ad Empoli nel 1985 feci il mio esordio in Serie B contro la Samb”. – conclude.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.