SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione della gara valevole per l’undicesima giornata, dove la Samb incontrerà in trasferta il Matese, abbiamo avuto la possibilità di intervistare in presidente dei verdo-oro Luigi Rega.

Di seguito la nostra videointervista.

“Il Matese è una piccola realtà dove si è sempre fatto calcio in Eccellenza e Promozione e da due anni siamo in Serie D. Siamo una società strutturata e organizzata, che oltre a fare calcio, fa anche basket e pallavolo. Cerchiamo di fare sport in un territorio dove non lo ha mai visto a livello agonistico”. – ci racconta.

“Incontrare la Samb? È un onore ed è la squadra più importante e blasonata del girone. È una festa per noi misurarci con i rossoblu“. – aggiunge in vista del match di domenica.

“Obiettivi stagionali? Cercheremo di posizionarci nella prima metà della classifica e raggiungere una salvezza tranquilla. Al primo anno abbiamo raggiunto un gran risultato (i play-off) ma sarà difficile ripetersi, l’obiettivo sarà ritarato. – dichiara.

Partita a pagamento? Ad oggi con l’arrivare dell’inverno e del maltempo, fornire dirette gratuite è un disincentivo. Il calcio è passione, penso che la trasmissione delle partite abbia rovinato lo spirito del calcio. Basta guardare gli stadi di Serie A, sono quasi tutti vuoti. Noi permettiamo di vedere la partita a chi può venire e anche a chi non può”. – conclude il patron.

 

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.