SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito due note stampa, giunte in redazione, dal sindaco di Montalto delle Marche e dal centrodestra provinciale.

“Mi sono messo a disposizione per verificare se ci fossero le condizioni per un progetto integrato tra le due principali città, la vallata, la zona montana e l’area interna con il pieno coinvolgimento degli Enti sovraordinati, per cogliere ogni opportunità e fronteggiare le criticità in cui versa la nostra Provincia. Preso atto che, diversamente dall’amministrazione di Ascoli Piceno che mi ha dato il pieno appoggio, la nuova amministrazione di San Benedetto non si è resa disponibile a tale convergenza, è venuto meno il progetto su cui avrei basato una mia eventuale candidatura” dichiara così Daniel Matricardi, sindaco di Montalto delle Marche dopo che l’amministrazione sambenedettese ha affermato l’appoggio alla candidatura del sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi.

“Il centro‐destra della provincia di Ascoli Piceno, rappresentato da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, ha preso atto della volontà del Sindaco Spazzafumo di sviluppare alle prossime elezioni provinciali un’alleanza organica con il partito democratico; lo stesso Pd di Ceriscioli e di Agostini, sonoramente sconfitto alle ultime regionali anche e soprattutto per la debacle sanitaria che ha travolto l’Area Vasta 5 e segnatamente il Madonna del Soccorso. A fronte di questa scelta il centro destra della provincia di Ascoli predisporrà una sua lista che, partendo dagli amministratori di area, è aperta al contributo di quegli esponenti civici che intenderanno consolidare a livello provinciale l’azione di riequilibrio in favore del sud delle Marche che Lega, Fdi e Forza Italia stanno portando avanti con determinazione” affermano dal centrodestra provinciale con firma di Roberto Maravalli (Lega), Antonio Vagnoni (Fratelli d’Italia) e Filippo Melloni (Forza Italia).


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.