SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche la Sambenedettese calcio femminile, scende in campo contro la violenza sulle donne.

Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, e si celebra ogni anno il 25 novembre.

Con un post sui social la società di calcio a 11,  F.C. Sambenedettese femminile dice no alla violenza sulle donne  con una frase emblematica: “La non violenza conduce all’etica più alta, che è l’obiettivo di tutta l’evoluzione. Fino a che non smetteremo di fare del male agli altri esseri viventi, saremo sempre dei selvaggi.
La squadra femminile che disputa il campionato regionale di Eccellenza Marche scenderà in campo domenica 28 novembre al campo sportivo di “Torrette” nel match valevole per la 3° giornata di ritorno di Coppa Marche contro l’Ancona Respect con una striscia rossa sul viso.
Le ragazze guidate da mister Silvestro Pompei stanno disputando con risultati positivi questo inizio di stagione  in Coppa Marche  con due vittorie e tre sconfitte di misura ma ancora in corsa per la conquista dell’ambito trofeo regionale che vede in testa attualmente Vis Pesaro e Macerata.
Il campionato invece inizierà a gennaio, con la vittoria sfumata prima del lockdown, obiettivo che comunque la società vorrebbe raggiungere in questa stagione.

Attualmente la Fc Sambenedettese, essendo l’unica società di calcio di puro settore femminile e l’unica prima squadra femminile delle province di Ascoli e di Fermo, rappresenta un punto di riferimento per tutte quelle bambine e ragazze che vogliano praticare il calcio in un ambiente esclusivamente femminile seguite da uno staff qualificato e con la consapevolezza di poter proseguire l’attività calcistica fino alla prima squadra. Un’eccellenza regionale per il calcio femminile in quanto è una delle uniche tre società di puro settore femminile esistenti, oggi, nelle Marche.

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.