RIPATRANSONE – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione il 23 novembre, da Progetto Paese, gruppo consiliare di minoranza.

Ultimamente il problema principale per i pendolari, o per chi si reca nel centro storico di Ripatransone, è quello della viabilità, o meglio, della sicurezza stradale. In questi giorni di maltempo, con nebbia fitta insistente e precipitazioni abbondanti sul territorio di tutta la provincia, percorrere la Strada Provinciale “Cuprense” 23, sia verso mare che verso monti, la Sp 32 ”Fonte Antico” che scende alla Sp 92 “Valtesino”, la Sp 142 “Piane Santi – San Michele” che scende alla Sp 58 “Menocchia”, è davvero pericoloso. In condizioni di scarsa visibilità, dovuta appunto alle prime nebbia invernali, le strade sono difficilmente percorribili perché per la quasi totalità del tracciato non presentano la segnaletica orizzontale, banalmente le linee bianche che delimitano la carreggiata e separano le corsie. Uscire dalla carreggiata è davvero facile, perché si percorre la strada senza vedere la strada e a volte la si percorre semplicemente immaginandola.

Chiediamo alla Provincia o ciò che ne rimane, di riverniciare almeno le linee di delimitazione e di mezzeria degli ultimi chilometri prima del centro storico, di tutti i paesi collinari, dove con la nebbia non si ha nessun punto di riferimento, rendendo la strada pericolosissima da percorrere.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.