SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si ricorda che il 2 dicembre è l’ultimo giorno utile per versare il saldo della tassa per lo smaltimento dei rifiuti Tari per il 2021. Gli avvisi di pagamento sono stati inviati per posta ai contribuenti nel mese di giugno e la busta conteneva, oltre alle spiegazioni sulle modalità di calcolo dell’importo dovuto, anche i modelli F24 per il pagamento delle tre rate: le prime due di acconto avevano scadenza al 31 luglio ed al 30 settembre. Chi non avesse pagato le prime due rate può comunque effettuare il pagamento a saldo entro il 2 dicembre senza che vengano comminate sanzioni né applicati interessi.

Il pagamento dei modelli F24 può essere effettuato senza spese presso gli sportelli bancari (anche se non si è correntisti), presso gli Uffici Postali, ricorrendo all’Internet Banking o sul portale tributario Cityportal (accessibile dall’area tematica “Tributi” del sito www.comunesbt.it): a tale proposito, si ricorda che  l’accesso è consentito, analogamente a quanto previsto per tutti i siti della Pubblica Amministrazione, unicamente con Spid (sistema pubblico dell’identità digitale) o con Cie (carta di identità elettronica) o con Cns (carta nazionale dei servizi). Pagando una commissione, è anche possibile pagare presso le tabaccherie che svolgono questo servizio.

I contribuenti che non avessero ricevuto l’avviso di pagamento possono richiederne copia contattando telefonicamente il Servizio Tributi o inviando richiesta via mail all’indirizzo [email protected]

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Servizio tributi ai numeri  331.2607968 – 334.6319863  il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13 e il martedì e giovedì dalle 17 alle 18. L’accesso fisico agli uffici, per le disposizioni anti-Covid, è consentito solo su appuntamento e la prenotazione può essere fatta on line all’indirizzo https://tributisbt.youcanbook.me

Si segnala infine che, per espressa disposizione normativa, non è possibile effettuare il pagamento con bancomat o carte di credito presso gli sportelli comunali in quanto è stato introdotto nel modello F24 anche un codice tributo per la quota di spettanza della provincia di Ascoli Piceno. 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.