SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In base ai dati diffusi dall’istituto di ricerca della Fondazione Giovanni Agnelli, anche per l’edizione 2021-2022 di Eduscopio, gli ex studenti del Liceo Scientifico Statale “B. Rosetti” di San Benedetto del Tronto confermano una migliore preparazione fornita dall’istituto per affrontare l’inizio del percorso universitario rispetto a quella delle altre scuole superiori delle province di Ascoli Piceno e Teramo.

I dati forniti si riferiscono ai più recenti anni accademici: 2016/2017, 2017/2018 e 2018/19 e gli ultimi esami presi in analisi sono quelli sostenuti entro la primavera 2019 dagli immatricolati dell’ultimo dei tre anni accademici menzionati.

L’indice FGA di 81,53 relativo ai diplomati giunti al termine del primo anno di studi universitari certifica che le matricole del Rosetti superano con ottimi risultati l’ingresso in ateneo e l’89% degli ex studenti del Rosetti supera con successo il primo anno di studi universitari, una percentuale al di sopra della media regionale, pari all’85%. Gli esami del primo anno di corso universitario, infatti, fanno registrare un voto medio di 28.08, con oltre l’80% di crediti ottenuti.

A caratterizzare l’istituto, rispetto ad altri licei, soprattutto scientifici e classici delle due province, è anche l’ampio spettro di scelte universitarie operate dai ragazzi; se è vero, infatti, che ben oltre la metà degli ex studenti supera brillantemente il primo anno di facoltà di tipo tecnico-scientifico (rispettivamente il 32,3% ed il 24,3%), o economico-statistico (9,1%), è anche vero che tanti ragazzi riescono ad affrontare con successo le prove selettive sia di ambito medico (7,6%) che delle professioni sanitarie (6,7%),ma non solo: la solida preparazione generale dei diplomati al Rosetti consente loro di affrontare bene anche il primo anno delle facoltà del settore umanistico (8%), giuridico-politico (6.5%), sociale e delle scienze motorie (rispettivamente 3.3% e 2.2%).


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.