di Angelica Montozzi

RIPATRANSONE – Partono due anni di celebrazioni della figura del poeta e patriota Luigi Mercantini, nato a Ripatransone il 19 settembre 1821. Il primo appuntamento è previsto per il 12 novembre al Teatro Mercantini ore 21 con la partecipazione di Michele D’Andrea, che metterà in scena con il titolo “Luigi Mercantini e l’inno di Garibaldi nel contesto della musica e della poesia del Risorgimento” un vero e proprio percorso di interpretazione del valore e dei contenuti dell’Inno di Garibaldi in parallelo con quello di Mameli poi diventato Inno Nazionale.

Michele D’Andrea, nato a Roma nel 1959, ha lavorato fino a dicembre del 2012 nei ruoli della carriera direttiva della Presidenza della Repubblica, raggiungendo la qualifica di Consigliere e maturando una vasta esperienza nel settore della comunicazione istituzionale e nella messaggistica. Storico, Araldista ed esperto della materia onorifica e cerimoniale, studioso della musica risorgimentale ha al suo attivo una vasta produzione di natura scientifica e divulgativa, a partire dalle conferenze ‘’briose’’ sull’inno nazionale avviate all’epoca della Presidenza Ciampi. È autore dello stemma dell’Arma dei Carabinieri, nonché dello stendardo Presidenziale e delle revisioni degli stemmi della Marina e dell’Esercito, inoltre, tiene seminari in materia di cerimoniale presso Università, amministrazioni dello Stato e Imprese. Ha partecipato allo spettacolo celebrativo ‘’L’Esercito marciava’’ promosso dallo Stato Maggiore dell’Esercito e allestito a Trieste nella Piazza Unità d’Italia, il 24 maggio 2015. È docente di cerimoniale presso la Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno. Ha pubblicato, fra l’altro, Vestire gli Onori (2005).

Secondo appuntamento ancora al Teatro Mercantini il 27 novembre ore 17,30 per il concerto del Corpo Bandistico Città di Ripatransone e della Corale “Madonna di San Giovanni” con un programma intitolato “Omaggio a Mercantini”. Si proseguirà il 4 dicembre alle ore 17,30 in Sala Consiliare con la conferenza “Luigi Mercantini patriota e intellettuale nel cuore del Risorgimento” con relatore Marco Severini, professore di storia contemporanea all’Università di Macerata.

Il percorso continua sabato 18 dicembre sempre in Sala Consiliare alle 17,30 con il tema “Colto e popolare. Luigi Mercantini ‘spigolatore’ di parole” con il linguista Massimo Arcangeli, docente all’Università di Cagliari e protagonista di blog e rubriche sulla lingua italiana. Conclude questo blocco di incontri, il 15 gennaio in Sala Consiliare ore 17,30, Marco Grimaldi, professore alla Sapienza di Roma, noto dantista, che affronta un tema che incrocia Dante con Mercantini e il Risorgimento, “Dante nel Risorgimento. Mazzini, Mameli, Mercantini e il mito dantesco”.

A primavera un’ultima lectio dello storico dell’arte Stefano Papetti dal titolo “L’immagine del Risorgimento tra iconografia popolare e arte e un grande convegno sulla storia e l’attualità di Mercantini” con un progetto di Centro studi permanente con la collaborazione dell’Istituto Fazzini-Mercantini; una rassegna di film sul Risorgimento (uno al mese da gennaio) a cura dello sceneggiatore Giulio Troli.

Sabato 23 aprile ore 21 al Teatro Mercantini gli studenti e le studentesse del Liceo Mercantini presenteranno una Narrazione Teatrale preparata e realizzata da loro con i docenti. Un programma denso, ricco di stimoli, con grandi ospiti che dimostra la volontà dell’amministrazione di fare delle ricorrenze mercantiniane un’occasione per riscoprire la città e la sua profonda storia culturale.

Le celebrazioni mercantiniane si concluderanno con un evento teatrale curato dall’Amat.

Per ulteriori informazioni sui vari appuntamenti è possibile consultare la locandina qui di seguito.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.