SAN BENEDETTO DEL TRONTO – All’Istituto professionale Alberghiero “F. Buscemi” di San Benedetto è stato presentato il “La Cucina del Vicino: il cibo come occasione di incontro, formazione e inclusione” finanziato dal Servizio Centrale Sai (Sistema di accoglienza ed integrazione del Ministero dell’Interno).

Il progetto ha la finalità di impiegare la cucina come strumento di inclusione sociale e scambio culturale tra operatori, operatrici e ospiti dei progetti di accoglienza Sai gestiti dalla Cooperativa On the Road e gli allievi e le allieve dell’Istituto Alberghiero. Si articola in dieci incontri per raccontare dieci differenti nazionalità attraverso ricette, sapori e tradizioni culinarie. Coinvolta nel progetto anche l’organizzatrice di eventi Laura Di Pietrantonio, Presidente della Cooperativa Charme Italia.

Sono intervenute la professoressa Cipriani, collaboratrice della preside dell’Istituto Manuela Germani, e Silvia Fabrizi, responsabile Area Migranti di On the Road Società Cooperativa Sociale.

Le parole della professoressa Cipriani: “Riporto una riflessione della nostra dirigente. Il progetto è un percorso dedicato all’ aggregazione con la finalità di consolidare il rapporto col territorio, che deve crescere. La preside ritiene che il tema del cibo sia importante per porre fondamenta solide e questa è un’occasione di crescita nel campo del made in Italy.

Ha concluso Silvia Fabrizi: “Il progetto vuole intercettare un pubblico ampio per stimolare l’inclusione e il confronto con le differenze. Coinvolti tutor, mediatori e, grazie a Charme Italia, video ricette da diversi paesi del mondo. L’Istituto Alberghiero è importante per gli incontri trasversali tra i beneficiari del progetto e gli studenti”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.