TERAMO – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione il 2 novembre, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Teramo hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo 51enne già noto alle Forze dell’Ordine, per il delitto di rapina aggravata ai danni del distributore di carburante ubicato nel territorio del comune di Teramo, sulla Ss80 in direzione “mare”.

Intorno alle 13.30 di oggi 2 novembre, l’uomo armato di una pistola, poi rivelatasi giocattolo, ma priva del tappo rosso, si è recato all’interno dell’area di servizio e sotto la minaccia dell’arma si è fatto consegnare l’incasso ammontante a circa 1300 euro. Mentre tentava di allontanarsi a piedi con la somma, prima che riuscisse a mettersi alla guida dell’autovettura con cui era giunto sul luogo del misfatto, il rapinatore veniva raggiunto da un altro dipendente del distributore e dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Teramo che, allertati tramite il numero di emergenza 112 dal titolare dell’impianto di distribuzione che aveva assistito alla scena, bloccavano il rapinatore e lo conducevano nella caserma di piazza del Carmine per le indagini del caso.

L’intera refurtiva è stata restituita all’avete diritto. Arma giocattolo sequestrata. Arrestato, su disposizione della Procura della Repubblica di Teramo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.