GROTTAMMARE – “Calcio, salto e mi diverto” è il nuovo progetto voluto dal Grottammare Calcio per avvicinare bambine e bambini al mondo dello sport e, in particolare, del calcio.

“Abbiamo voluto fortemente intraprendere questa nuova avventura – dichiara Fabio Massaroni, responsabile della Scuola Calcio – consapevoli del ruolo fondamentale che lo sport può rivestire nella crescita delle bambine e dei bambini. Negli ultimi anni il Grottammare ha ottenuto il prestigioso traguardo di diventare Scuola Calcio Élite: per noi è un onore e una spinta a fare sempre meglio”.

Attraverso esperienze ludico-motorie, che favoriranno la motricità spontanea, i bambini potranno sviluppare l’area motoria e cognitiva. Crescere attraverso il gioco, dunque, familiarizzando gradualmente con il proprio corpo attraverso attività di base quali correre, saltare, camminare.

A realizzare il corso di psicomotricità saranno tre giovani professioniste: Serena Ciccolone, Chiara Pignotti e Chiara Sgalippa. “L’attività psicomotoria – spiegano le responsabili – considera l’esperienza corporea fondamentale per lo sviluppo dell’identità di un soggetto ed espressione dei suoi processi emozionali e cognitivi. Attraverso il gioco psicomotorio, il bambino racconta di sé, trasforma la realtà che lo circonda e sperimenta nuove azioni e dinamiche”.

Il progetto durerà fino al mese di giugno, con due incontri a settimana della durata di un’ora. Per informazioni è possibile contattare gli uffici del Grottammare Calcio al numero 0735 633534.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.