TERAMO – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione il 27 ottobre, dalla Questura di Teramo.

Usavano una tecnica ben collaudata i tre uomini, tutti residenti a Napoli, tratti in arresto in data odierna in esecuzione dell’Ordinanza emessa dal Gip di Teramo a seguito di indagini coordinate dalla locale Procura della Repubblica ed effettuate dalla Squadra Mobile di Teramo.

Per due di loro è scattata la misura della custodia cautelare in carcere e per il terzo quella delle arresti domiciliari.

Le indagini della Squadra Mobile allertata dalle denunce presentate da alcuni malcapitati cittadini, hanno premesso di accertare che i tre si sono resi responsabili di tre distinti episodi di furto a bordo di autovetture, poi seguiti da un indebito utilizzo di carta di credito avvenuti a maggio nel parcheggio del centro Commerciale “Val Vibrata”  di Colonnella, nel parcheggio del centro Commerciale “Gran Sasso” ed a giugno nel parcheggio del supermercato “Oasi” sito a Piano D’Accio.

In particolare, due degli indagati dopo essere giunti in Teramo con macchine che venivano, di volta in volta, noleggiate a Napoli dal terzo indagato, si portavano all’esterno di centri commerciali ove, dopo aver individuato la vittima che di regola era una persona anziana di età, approfittavano del suo ingresso presso i suddetti esercizi commerciali per effettuare un foro su uno dei pneumatici dell’auto in sosta presso il parcheggio.

Nel corso dei tre furti, oltre a vari cellulari, sono stati asportati anche dei portafogli con  denaro e in tutte e tre le occasioni sono state asportate  anche  le carte di pagamento con le quali i rei, poco dopo, avevano effettuato sia prelievi presso sportelli bancomat ubicati ad Alba Adriatica e Teramo per un totale di 2700 euro sia acquisti presso centri commerciali della provincia  per un valore di euro 1.710 euro.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.