DA ESPRESSO ROSSOBLU 1468

SAN BENEDETTO – Primo tempo a favore della Samb che lo vince però soltanto ai punti. Dopo un buon inizio del Fano nei primissimi minuti, la Samb prende il sopravvento lasciando agli ospiti soltanto il contropiede che, fortunatamente, i fanesi non sfruttano al meglio. Comunque nessuna vera parata per il neo acquisto Knoflach che però si fa notare per coraggio e sicurezza nelle prese alte.

Nella ripresa la Samb sblocca subito il risultato grazie ad una prodezza di Alboni e la gara cambia totalmente, il Fano si butta in avanti e crea diversi pericoli che la difesa rossoblu evita con fatica e con un grande portiere come l’austriaco alla sua prima gara con la Samb. Decisivo al 56’ con una deviazione miracolo. Si fa sentire nella Samb la mancanza di un attaccante di peso che potrebbe essere Ferri Marini ma è ancora presto per dirlo.

Crediamo però che questa squadra con Lulli, Angiulli, Di Domenicantonio (molto bravo) e Ferretti e appunto Ferri Marini, senza dimenticare un portiere come l’austriaco, questa Samb può fare molto ed anche recuperare il tempo perduto in meno giornate di quanto potevamo aspettarci. Proprio per questo motivo la vittoria di oggi può risultare determinante per il futuro. Una vittoria striminzita e forse fortunosa ma era quella che ci voleva. Ferri Marini che in campo dal primo minuto può essere decisivo e segnare tanti gol. Insomma con questi uomini e con accanto giovani bravi fra i quali spicca Alboni, un terzino che viste le regole, possiamo considerarlo un titolare fisso.

Anche la difesa, seppur con qualche svarione, ha dato segnali di miglioramento e davanti Donati (azzardo che secondo me farà un’ottima carriera) non troverà sempre una squadra ben strutturata come il Fano. Voglio ricordare, come testimonia la classifica, che nell’ultimo campionato vinto in D nella (2015-2016) l’Alma Juve Fano era prima in classifica e la Samb seconda. Insomma due società alle quali la serie D sta molto stretta.

Credo che le parole migliori per titolare questa gara sia GRASSO CHE COLA perché oggi di grasso se ne è intravisto e se si confermerà essere ottimisti non è sbagliato.

Per concludere ritengo che con questa formazione la Samb possa dire molto in questo campionato:

1-KNOFLACH

2-ALBONI 2001

3-Under 2000

4-CIPOLLETTA

5-SGRABIC o VARGA (o under 2002)

6-Under 2003?

7-FERRETTI

8-LULLI

9-FERRI MARINI

10-ANGIULLI

11-Under 2003? O DI DOMENICANTONIO

Ho messo in grassetto quelli che ritengo titolari fissi e in grado di fare la differenza in serie D. Manca DI DOMENICANTONIO che vedo sprecato per la serie D e in questo momento dovrà essere sacrificato per via della regola degli under. Insomma se Donati riesce a trovare, tra quelli che ha, un centrale difensivo nato tra il 2001 e il 2003, questa Samb può vantare in campo almeno otto giocatori di sicuro affidamento e quindi di una squadra in grado di risalire, nella speranza che non esista nel girone una formazione ‘ammazza-campionato’. Se poi Mendicino, De Sena, De Santis e altri daranno garanzie maggiori ben vengano.

Da non trascurare anche un altro particolare: la vittoria della Coppa Italia che ha grandi possibilità di essere ammessa alla serie C. Gli basterà vincere… le prossime sei partite della Coppa Dilettanti.

PORTO D’ASCOLI. Posso dire poco della gara che ha perso a Montegiorgio ma credo che la formazione di Ciampelli e dei fratelli Massi non avrà difficoltà restare nella parte alta della classifica. Ha una squadra affiatata che, appena sarà più convinta delle proprie possibilità, non perderà gare come quella di ieri.

Ci riuscirà, credo e spero, grazie ad un bravissimo allenatore e ad una dirigenza che, se servirà, a gennaio farà i necessari aggiustamenti, come la Samb del resto. Anche per il Porto d’Ascoli vale lo stesso discorso per quel che riguarda la Coppa italia. Con un’unica piacevole certezza: ad una delle due, vincendo il confronto diretto. basterà vincere…altre cinque gare.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.