GROTTAMMARE – Si è tenuta presso la sala consigliare del Comune di Grottammare la conferenza stampa per la presentazione del programma di “Teatri Invisibili“, la popolare associazione che da anni si occupa di far conoscere le potenzialità del mondo del teatro.

Il programma prevede una serie di giornate nel corso delle quali avranno luogo varie pièce teatrali incentrate sui fatti storici più significativi del recente e remoto passato.

In particolare verranno rievocati episodi come lo sgombro della scuola Diaz, episodio tristemente noto avvenuto durante gli scontri del G8 di Genova nel 2001. Non mancheranno riflessioni anche sul tema del rapporto tra reale e virtuale e su come, agli occhi di molti intellettuali e non, il confine tra le due realtà oggi è più sfumato che mai.

A questo proposito il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini dice: “La stagione di quest’anno è stata molto pensata ed elaborata e fa trasparire la gran voglia di ripartenza dopo i duri mesi della pandemia. Il teatro non può e non dove essere un luogo da dedicare unicamente all’intrattenimento leggero, il teatro è il luogo dove si scuotono le coscienze e si acquisiscono nuove lenti con cui osservare la realtà“.

Anche Gino Troli, presidente dell’Amat, esprime soddisfazione per l’edizione di quest’anno: ” Siamo particolarmente lieti che la città di Grottammare si mostri, come spesso ha fatto nella sua storia, molto sensibile a tematiche culturali di questo tipo. L’apertura di Grottammare è una boccata d’ossigeno paragonata all’ostracismo di molte realtà limitrofe, perché dimostra che questa città non teme di confrontarsi con il passato”.

Gli spettacoli si svolgeranno presso il teatro delle Energie nelle giornate del 23-24 ottobre 2021 per poi interrompersi brevemente e proseguire il 29, 30 e 31 ottobre.

Il costo del biglietto è di 10 euro


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.