Abbrandini 6: Sufficienza solo per il quarto d’ora scarso che ha giocato. Esce al 13′ pt per infortunio dopo un duro scontro di gioco con Faye.

Amato 5,5: Esordio per il classe 02′ in campionato. Non fa gravi errori in fase difensiva ma non da supporto all’azione in attacco dei rossoblu, non arrivando mai al cross.

Zgrablic 5: Ufficializzato 2 giorni fa si mette a disposizione della squadra e parte dal 1′. Prestazione non sufficiente: rischia molto al 12′ st con un retropassaggio verso Bruno, che viene pressato da Ciganda e per poco sfiora il raddoppio. Altro errore al 16′ st’ quando si fa sfuggire ed entra a vuoto su Ciganda, che mette il cross a rimorchio per Faye, ma l’11 spreca una grande occasione stoppando male il pallone. Da rivedere, ma c’è tempo per ambientarsi e per migliorare.

Cipolletta 5,5: Viene ammonito al 45′ pt per aver fermato Ouedraogo in modo irregolare e soffre molto le ripartenze. Al 7′ st sfiora il gol con un colpo di testa, ma il pallone finisce al lato di poco.

Alboni 5,5: Gara sottotono per l’ex Imolese. Mentre nelle altre partite ci ha abituati a delle buone prestazioni, sia in fase difensiva che in fase offensiva, oggi si è visto pochissimo in sovrapposizione. Delle volte indeciso, soprattutto nel primo tempo, meglio nel secondo.

Lulli 7+: Torna in campo dopo la squalifica ed è stato, sotto tutti i punti di vista, il migliore in campo. È il capitano rossoblu a mettersi la squadra sulle spalle, incitando i propri compagni e gestendo il reparto di centrocampo. Crea anche un paio di occasioni: la prima al 4′ st quando dalla sinistra, prova il tiro direttamente in porta che esce di poco sopra la traversa. Bello anche il cross al 7′ st che porta al colpo di testa di Cipolletta. Ottimo anche il passaggio che libera in area Ferretti per la conclusione al 32′ st. Esce al 40′ st per Isacco. Certezza.

Lorenzoni 4,5: Partita più che insufficiente per il classe 03′. Perde il pallone molte volte troppo facilmente, nei contrasti non è deciso. Infatti la sua indecisione porta al gol di Ristovskoi, che non ha trovato difficoltà nel tirare dal limite dell’area. Viene ammonito al 39′ pt per un’entrata in ritardo su Ghiani. Esce al 25′ st per Lisi.

Peroni 5: Schierato come esterno sinistro, non impensierisce affatto la difesa di casa. Non affronta il suo diretto avversario e spesso ricomincia l’azione da dietro. Esce al 21′ st, al suo posto Travaglini. Serve personalità.

Di Domenicantonio 5,5: Parte dal 1′ alle spalle di Mendicino ma combina veramente poco. Nel secondo tempo Donati lo sposta sull’out di destra ma non supera quasi mai l’avversario nell’uno contro uno.

Ferretti 6+: L’unico insieme a Lulli che prova a trascinare la squadra. Fa valere la propria esperienza in campo, nel primo tempo gioca come esterno destro e prova molte giocate personali procurando anche qualche fallo. Nella ripresa viene scambiato con Di Domenicantonio e fa il trequartista, ma non è pericoloso come sulla fascia. Al 32′ st impegna De Luca con un sinistro ad incrociare.

Mendicino 4,5: Brutta partita anche del 9 rossoblu. Viene cercato spesso con moltissimi lanci lunghi che partono dalla difesa, ma non fa valere la propria stazza fisica perdendo moltissimi palloni e sbagliando molti passaggi in fase di appoggio. Non crea azioni pericolose. Esce al 25′ st per De Sena. Ci si aspetta molto di più da un giocatore con la sua esperienza dato che per molti anni ha giocato in Serie B e in Serie C.

Bruno 6-: Entra al 13′ pt al posto dell’infortunato Abbrandini. Poteva sicuramente fare di più in occasione del gol del Nereto, dato che il pallone non era poi così tanto angolato. Abbastanza bene nelle uscite: legge bene la situazione al 37′ pt quando ferma un’occasione che avrebbe messo Ciganda davanti alla porta. Se la cava al 12′ st sul brutto retropassaggio di Zgrablic. Al 28′ st fa una bella parata sulla punizione dal limite di De Falco.

Travaglini 5,5: entra al 21′ st al posto di Peroni. Prova qualche giocata individuale ma spesso viene raddoppiato e fermato dalla difesa di casa.

Lisi 6: Entra al posto di Lorenzoni al 25′ st. 20 minuti dove non fa errori gravi ma fa il suo compito. È un ragazzo che ha buone qualità ma deve sfruttare meglio il suo potenziale.

De Sena 7: Entra al 25′ st al posto di Mendicino. Entra con la testa e l’atteggiamento giusto dando battaglia su ogni pallone. Non è grande fisicamente ma tiene molti palloni tra i piedi che permettono alla squadra di salire. Firma il pareggio in extremis su calcio di punizione con un destro sul palo del portiere ed è grazie a lui che la Samb trova il primo punto in questo campionato.

Isacco s.v.: entra a partita quasi finita.

Donati 5+: Ha avuto una settimana intera per preparare questa gara e non è arrivata la prestazione che ci si aspettava. La sua Samb gioca molto con lanci lunghi dalla difesa che molto spesso non portano a nulla di pericoloso in fase d’attacco, anche se le condizioni del campo non permettevano di giocare palla a terra in alcuni punti. Tarda nel sostituire Lorenzoni e Mendicino in evidente difficoltà e non in giornata. Personalmente non ho capito lo scambio di posizioni tra Ferretti e Di Domenicantonio, quando il numero 7 rossoblu era l’unico che riusciva a mettere in difficoltà i padroni di casa sulla fascia. Brutta Samb nel primo tempo, meglio nel secondo l’approccio un po’ meno sotto l’aspetto tattico. La società deciderà per il suo futuro, se far saltare la panchina oppure se verrà dato ulteriore tempo, da come ci ha riferito il ds Sabbadini.

 

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.