CUPRA MARITTIMA – Procede a spron battuto la stagione del Cinema Margherita di Cupra, che dal 14 al 19 ottobre propone tre titoli da non perdere.
Torna a parlare di duelli Ridley Scott, come solo lui sa fare. Tratto da una storia vera, lontano dalla semplificazione del bianco contro nero, The Last Duel” è una storia di sfumature, che non impone mai una sola verità. Anzi, questo duello a tre non fa altro che eleggere un solo grande vincitore: la percezione della realtà che sconfigge la realtà stessa. Presentato al Festival di Venezia 2021, il film è stato applaudito dalla critica e dal pubblico. Il merito va certamente condiviso con gli altri sceneggiatori:Ben Affleck, Matt Damon e Nicole Holofcener.
Sempre da Venezia 78, nella la sezione ufficiale, il secondo film del fine settimana: Ariaferma” di Saverio Di Costanzo. Un film entrato nel cuore degli esigenti spettatori festivalieri. L’aria è ferma nel carcere di Mortana, esattamente come il tempo. L’ordine di dismissione e chiusura della diroccata struttura carceraria ottocentesca è ormai quasi completato e si sta ultimando il trasferimento dei detenuti. All’improvviso, però, arriva un parziale contrordine: per questioni meramente burocratiche gli ultimi tredici detenuti non possono lasciare il carcere. I tredici detenuti convergono nella protesta ma acuiscono le tensioni di natura etnica, culturale o morale mettendo in pericolo l’ordine della microsocietà. Un ordine che il direttore Gargiulo/Servillo non vuole mai imporre con la forza rinunciando testardamente a chiamare ogni tipo di aiuto dall’esterno. Il discorso sulla metafisica del potere (e dei luoghi) è sempre più scoperto: i media, la tecnologia e le stesse istituzioni statali non sembrano mai in grado di penetrare lo spazio di Mortana che rimane un mondo a parte. Insomma, se i codici e le regole ordinarie collassano è il contatto umano l’unica strada percorribile per evitare i pericoli.
Martedì si inaugura una nuova rassegna “Rivediamoli”: i film più belli dei mesi precedenti che vale la pena rivedere o vedere per chi li ha persi, in quanto rappresentano perle del cinema. Martedì 19 si inizia con “Marx può aspettare” di Marco Bellocchio, un documentario sincero che affonda le mani nella coscienza dell’autore e nelle dinamiche familiari di tutti noi.
Le capienze dei cinema sono aumentate anche se al Margherita si preferisce mantenere ancora degli spazi vuoti del 25%. E’ consigliato prenotarsi sul sito www.cinemamargherita.com per facilitare l’ingresso in sala, le normative anticovid richiedono comunque la tracciabilità.
THE LAST DUEL di Ridley Scott (USA 2021, 152′)
Durante la Guerra dei cent’anni, è la storia vera dell’ultimo “duello di Dio” combattuto in Francia sotto il regno di Carlo VI.
giovedì 14/10 ore 21,15
venerdì 15/10 ore 18,30
sabato 16/10 ore 16 (versione originale inglese sottotitolato in italiano) -21,15
domenica 17/10 ore 16-21,00
lunedì 18/10 ore 18,30*
*ingresso a prezzo ridotto
ARIAFERMA di Leonardo Di Costanzo (ITA 2021, 112′)

Gli ultimi resti di un carcere, le guardie e alcuni nuovi detenuti, che aspettano di essere trasferiti, e via via le regole avere sempre meno senso e gli uomini in attesa, diventano una fragile comunità.

venerdì 15/10 ore 21,15

sabato 16/10 ore 19
domenica 17/10 18,30
lunedì 18/10 ore 21,15*
*ingresso a prezzo ridotto
MARX PUO’ ASPETTARE di Marco Bellocchio (ITA 2021, 100′)

Un documentario tra i più emozionanti visti negli ultimi anni, in cui il regista racconta la figura di suo fratello gemello, Camillo, morto suicida a soli ventinove anni.

martedì 19/10 ore 19-21,30
ingresso unico 5 euro
prossimamente: L’Arminuta di Giuseppe Bonito, Freaks out di Gabriele Mainetti, Baby boss 2

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.