Testa 8 Viene chiamato in causa poco ma si fa sempre trovare pronto. Bravo a bloccare la girata di Mendicino al 60’ e ad alzare sopra la traversa la botta da fuori di Di Domenicantonio nel finale. Seconda rete inviolata per lui.

Petrini 8,5 In progressione è difficile da contenere, mette in mezzo palloni interessanti. Nemmeno il neoentrato Cum riesce a metterlo in difficoltà sullo spunto. Prezioso sia in fase difensiva che in fase offensiva.

Passalacqua 8,5 Trova il lancio millimetrico per Napolano che vale l’1-0. Sempre ordinato dietro dove non lascia mai spazi.

Sensi 8+ Non concede nulla a Mendicino, marcandolo a uomo per tutta la partita e commettendo pochissime sbavature. Con Passalacqua forma un vero muro.

Pasqualini 8+ Spinge sulla corsia di sinistra e si intende a memoria con Battista. Rischia uno sfortunato autogol su un cross deviato di Cum. Sempre sul pezzo.

Rossi 8 Dà una grossa mano in fase difensiva e sbaglia pochissimi passaggi. Ed è solo alla seconda da titolare in Serie D.

Petricci 8 Fa valere i centimetri sui contrasti aerei avendo spesso la meglio. Bravo in interdizione, dà il via a pericolose ripartenze sul doppio vantaggio. Esce per Monachesi (s.v.)

Evangelisti 8+ E’ ormai il punto fermo del centrocampo orange, arcigno e forte fisicamente. Si inserisce sempre con i tempi giusti e sembra inamovibile.

Verdesi 8+ Va sempre in pressing mettendo in difficoltà Miruku. Spesso è lasciato libero sul fronte destro d’attacco. Suo un pericoloso contropiede che per poco valeva il 3-0.

Battista 8,5  Spina nel fianco sulla fascia sinistra, ingaggia parecchi duelli in velocità con Alboni. Sbaglia inizialmente il rigore ma è il più lesto ad insaccare sulla ribattuta. Stanchissimo lascia il posto a Clerici (s.v).

Napolano 8,5 Scatta sul filo del fuorigioco e rimane freddo davanti al portiere siglando il gol dell’ex. Allo scadere del primo tempo calcia di poco fuori una punizione dalla sua mattonella. I compagni lo cercano e lui risponde sempre presente. Ben 3 gol in 4 partite per lui. Lascia il posto a Shiba.

Mister Ciampelli 8,5 Ha preparato la partita alla perfezione e si è visto. E’ consapevole dei punti di forza e dei punti deboli della propria squadra: quando la Samb palleggiava ha saputo aspettare, per poi colpire in contropiede grazie alla velocità di Battista e Verdesi sugli esterni e agli ottimi piedi di Napolano davanti. Il gruppo è solido, maturo (a dispetto della poca esperienza nella categoria) e ben rodato anche se il mister resta con i piedi per terra: “L’obiettivo resta sempre la salvezza” ha dichiarato nel post gara, ma la prova di carattere vista oggi, e non solo, lascia sognare che il Porto d’Ascoli possa essere davvero la mina vagante del Girone F.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.