SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il candidato sindaco Paolo Canducci ha spontaneamente rivolto un discorso ai presenti nella sua sede (sostenitori, candidati alle liste e parenti) nel tardo pomeriggio del 4 ottobre dopo che lo spoglio elettorale sambenedettese ha visto come probabile il ballottaggio fra Pasqualino Piunti e Antonio Spazzafumo.

Ecco le parole di Paolo Canducci:Abbiamo lottato alla grande, ce la siamo giocata. Qualcuno è andato meglio: Antonio Spazzafumo”.

Canducci prosegue: “Sono felicissimo di come è andata. Siete stati grandi (n.d.r. rivolto al nutrito pubblico presente in sede) quello che conta di più è questo gruppo. Ci saranno dei consiglieri vediamo quello che succederà. È difficile fare il consigliere da solo. Non dobbiamo lasciare i nostri consiglieri da soli. Dobbiamo rimandare insieme compatti con i consiglieri comunali che verranno eletti”.

Abbiamo in seguito realizzato una videointervista con il candidato Paolo Canducci.

Si aspettava questo risultato?

“Mi dispiace non aver raggiunto il risultato del ballottaggio, ci puntavamo seriamente. Mi resta il rammarico per le Primarie del centro-sinistra che abbiamo chiesto da ottobre 2020. Avremmo ottenuto un risultato diverso. Adesso con il Pd siamo fuori”.

Porterete avanti quanto proposto durante la campagna?

La dichiarazione: “In consiglio porteremo le nostre idee. Ci auguriamo che non sia Piunti il prossimo sindaco perché la città farebbe dei passi indietro. Speriamo che il sindaco che vince sia disponibile ad ascoltare le nostre proposte”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.