TERAMO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 28 settembre, dalla Questura di Teramo.

Nel tardo pomeriggio del 26 settembre alcuni automobilisti in transito sul raccordo autostradale SS.80/A24  segnalavano al “113”  il lancio di sassi sulla sede stradale, uno dei quali, in particolare, aveva danneggiato il parabrezza di una delle vetture in  transito.

Gli agenti di Polizia,  accorsi sul posto immediatamente, notavano alcuni ragazzi giovanissimi che, dall’esterno della recinzione, lanciavano sassi sulla sede stradale. Alcune pietre cadevano a pochissima distanza dalla Volante, che, solo per una caso fortuito,  non veniva colpita. 

Gli operatori della squadra volante si attuavano per porre in sicurezza la carreggiata, liberandola dai numerosi sassi presenti.

Immediatamente dopo, i poliziotti si dedicavano alle ricerche dei giovani, nel frattempo fuggiti; gli stessi venivano rintracciati in un parco nelle vicinanze.

Si tratta di 5 ragazzi minori del posto, di cui 4 di età inferiore ai 14 anni  i quali, dopo le formalità di rito, venivano affidati ai genitori.

Sul caso indaga la Procura della Repubblica per i Minorenni di L’Aquila alla quale è stata trasmessa un’informativa a carico dei 5 minori per tentato omicidio e violenza privata.  


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.