MARTINSICURO – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione il 27 settembre, dalla Compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica

I Carabinieri della Stazione di Martinsicuro, al termine di un’indagine lampo, hanno individuato il rapinatore che la sera dello scorso 22 settembre, sul lungomare di Martinsicuro, avvicinatosi ad una donna, l’aveva minacciata con una siringa, dicendole di essere sieropositivo, intimandole di consegnare il denaro.

La donna ha estratto dalla custodia del telefonino l’unica banconota da 5 euro in possesso per consegnarla, ma il malvivente non contento, con una mossa repentina le ha strappato dalle mani il telefono cellulare, del valore di poche centinaia euro, guadagnando la fuga e facendo perdere le proprie tracce.

Dopo la denuncia i militari truentini hanno avviato da subito le indagini, passando al setaccio le immagini del sistema di video sorveglianza pubblico presente sul Lungomare e grazie alla sommaria descrizione della vittima ed a quella di un’altra persona, presente poco distante sul luogo, che ha notato il fuggiasco allontanarsi dopo aver messo a segno la rapina, è stato individuato ed identificato l’autore, un 21enne, di origini tunisine, senza fissa dimora in Italia.

Sulla scorta di quanto accertato nel corso della tempestiva attività investigativa il tunisino è stato quindi deferito alla Procura della Repubblica di Teramo.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.