SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Miscere utile dulci. Così insegna il poeta latino Orazio ed è a questo motto che si ispira il progetto enogastronomico “Giochi a tavola”, un format che si propone di raccontare il vino locale attraverso un gioco di sensi ed emozioni in 11 serate di degustazione itineranti dal mare ai Sibillini, dal 30 settembre al 9 dicembre.

Il progetto è stato presentato stamane presso il ristorante Posto Nuovo, uno dei tanti che ospiterà una delle cene previste nel programma.

23 cantine delle Marche si raccontano in un gioco da fare intorno alla tavola del ristorante, tra quiz, prove di coraggio, degustazioni e jolly da giocare. Questa l’idea portante del progetto “Giochi a Tavola” finanziato dalla Regione Marche, in risposta al bando “Marche: dalla Vigna alla tavola”, alla Cooperativa Charme Italia che riunisce nel suo partenariato 38 aziende dell’agroalimentare, del settore Ho.re.ca, della comunicazione e del turismo.

“Si tratta di incontri conviviali “ad alto tasso di divertimento” ma soprattutto con menu studiati per valorizzare il vino e i prodotti d’eccellenze delle Marche – spiega la Presidente di Charme, Laura di Pietrantonio – L’idea è quella di divertire residenti e turisti, accrescendone la loro cultura enologica e culinaria. Alleggeriremo l’immagine canonica e sacra del vino per renderlo alla portata di tutti”.

Grazie alla collaborazione con il Tour Operator Maè Viaggi, inoltre, saranno studiati pacchetti ad hoc per incentivare il turismo enogastronomico nel Piceno. “Abbiamo aderito a questo progetto – dichiara Alessia Carta di Maè Viaggi –  perché crediamo fortemente nell’attrattività del nostro territorio da un punto di vista non solo culturale ma anche culinario”.

Gli undici appuntamenti tra vini e piatti del Piceno saranno raccontati anche tramite i canali social, come racconta Letizia Bellabarba dell’agenzia di comunicazione Webeing: “Abbiamo pensato a un’identità del progetto che fosse forte e riconoscibile, nell’ottica di valorizzare cantine e ristoranti e di trasmettere il concetto di godersi il momento di riunione attorno a una tavola. Tramite i social metteremo in rete le diverse realtà che sono parte del progetto, in modo da dialogare attraverso il digitale”.

“Questo format – aggiunge Laura Di Pietrantonio – vogliamo che funzioni anche il prossimo anno indipendentemente dal contributo regionale. L’idea quella di creare oggi una base comunicativa importante che ci possa permettere poi di essere autonomi. Ecco perché risulta importante mettere le diverse realtà in rete. Questa sarà una bella storia di territorio”.

Ogni serata sarà guidata da un Sommelier professionista e da un esperto enogastronomico.

Tutte le cene avranno un prezzo al pubblico di 35 euro inclusivo dell’abbinamento vini.

Le cantine partner di “Giochi a Tavola” sono eccellenze della Regione e rappresentano uno scorcio poliedrico del terroir: Cameli Irene, Clara Marcelli, Fiorano, La Marca di San Michele, Macondo, Vater Mattoni, Moncaro, Il Conte di Villa Prandone, Le Caniette, La Staffa, La Riserva, Lumavite, Poderi San Lazzaro, San Michele a Ripa, Tenuta Recchi Franceschini, Tenuta Santori, Terre D’Arengo, Tenuta Spinelli, Pantaleone, Le Senate, Valle del Sole, Velenosi Vini, Vigneti Vallorani.

Primo appuntamento giovedì 30 settembre al Viniles con uno chef d’eccezione, Enrico Mazzaroni, e le cantine Velenosi Vini, Fiorano e Tenuta Recchi Franceschini.

Di seguito il programma completo:

Altre informazioni e programma eventi disponibili sulle pagine facebook e insgram: @GiochiaTavola

Prenotazioni al numero: 333 2722246 

 

 

 

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.