CUPRA MARITTIMA – Da giovedì 23 settembre finalmente si potrà vedere l’attesissimo film di Nanni Moretti presentato in luglio al Festival di Cannes accolto con undici minuti di applausi. “Tre piani” è un film che parte dalla stratificazione di vite e microdrammi familiari elaborata da Eshkol Nevo nel suo omonimo romanzo e arriva a una elaborazione ulteriore dell’universo morettiano, cristallizzato nella forma algida, quasi inespressiva che impone alla messa in scena. Moretti adatta il romanzo come conseguenza di un percorso che lo ha portato a un dialogo implicito col superamento del confine privato dell’ego, un cammino che nell’abbattimento dei muri, nello scavalcamento dei confini proprietari, persino identitari, si sta aprendo allo sgomento del mondo.

Venerdì 24 dedicheremo la serata a Pasolini, alle Marche e gli autori marchigiani. Quarantasei anni fa veniva barbaramente ucciso Pier Paolo Pasolini e quarantesei anni fa il 14 settembre 1975, qualche settimana prima di morire quindi, il poeta era qui a San Benedetto per giocare una partita di calcio. Giordano Viozzi ha raccontato questo momento nel docu-film “L’ultima partita di Pasolini”, un lavoro che ha richiesto cinque anni di lavorazione le cui ricerche sono a cura di Francesco M. Anzivino. Il film è stato acquistato da una piattaforma on demand nazionale, ma venerdì 24 settembre sarà possibile vederlo sul grande schermo del Cinema Margherita. Costituirà la prima visione cinematografica pubblica nella sua versione integrale, momento particolarmente atteso dove sarà possibile parlare con l’autore e riflettere insieme su un momento cruciale della nostra storia e su un intellettuale tra i più importanti del 900, che ha amato moltissimo il calcio.

La serata nasce da una collaborazione tra il “Comitato autori professionisti delle Marche” e il cinema Margherita e la Fondazione Marche Cultura. Nella prima parte della serata saranno proiettati anche i corti: Indimenticabile di Gianluca Santoni, insignito da pochi giorni del premio Sonego a Venezia 78’; Spera Teresa di Damiano Giacomelli, miglior cortometraggio al Torino Film Festival 2019; Cento metri quadri di Giulia Di Battista, premio Cinema d’Autrice.

Sono tutti corti di autori nati e cresciuti nelle Marche, che si sono distinti a livello nazionale per la qualità delle loro opere, alcune delle quali ambientate nel nostro territorio. I registi dialogheranno con Carla Vulpiani, esperta di corti internazionali.  Il cinema Margherita ha voluto fortemente questa serata: un momento per rafforzare lo sguardo sul nostro territorio, di cui condividiamo le radici. Una opportunità ed una ricchezza che non possiamo perdere per crescere cercando di acquisire consapevolezza di chi siamo, ma anche sostenere il nostro patrimonio intellettuale.
Nella serata c’è la possibilità di incontrare gli autori, durante un ‘intervallo conviviale’ offerto dalla pizzeria Pomorilla.
Con questa serata si aprono nella stagione 21/22 le iniziative ed approfondimenti al Cinema Margherita.

Biglietti: 6.50 euro intero /5 euro ridotto o con tessera
Biglietti 24/09: ingresso unico 6 euro

abbonamenti 30 euro – tessera 5 euro


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.