SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 19 e domenica 20 settembre, Francesco Capecci, runner sambenedettese classe 1946, ha preso parte alla 27^ Lupatotissima, gara di 24 ore che si è svolta a Verona, battendo il record italiano di categoria, percorrendo 144,173 km. “Sicuramente se il tempo fosse stato più clemente – dice Capecci – sarei riuscito a superare i 150 km che era il mio obbiettivo. Il caldo opprimente ci ha accompagnato fino alla sera. Poi, durante la notte, è arrivata la pioggia che per ben 4 volte mi ha costretto a cambiare gli indumenti”.

Capecci ha iniziato a correre nel 1973 e da allora non si è mai fermato: ha macinato chilometri e chilometri in giro per il mondo, ha preso parte a oltre 200 Ultramaratone, 17 volte alla famosissima “100 km del Passatore” da Firenze a Faenza, ha corso oltre 560 maratone.

Negli ultimi 66 giorni ha partecipato a 12 maratone, alla “50 km del Gran Sasso”, a una “12 ore” a Lavello di Potenza, a una ” 8 ore” a Tavagnasco di Torino e per chiudere, appunto, la “24 ore” di Verona.

Il prossimo anno, sempre a Verona, si svolgeranno gli Europei di 24 ore e Capecci si potrà misurare ancora una volta a livello internazionale.
Capecci corre per l’ Asd Maratoneti Uniti che organizza a San Benedetto del Tronto la “Maratona sulla Sabbia” la cui 18a edizione si terrà il 13 febbraio 2022.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.