PORTO D’ASCOLI- Ultimamente si parla spesso in campagna elettorale del tema dell’accessibilità. Siamo andati a fare un giro a Porto d’Ascoli, in via dei Mille, la parallela del lungomare, per constatare quanto ci sia da lavorare e da investire seriamente sul tema.

Il marciapiede è particolarmente stretto per consentire il transito agevole delle carrozzine. In alcuni punti ci sono i cestini, che sono particolarmente ingombranti, le palme, che ne occupano gran parte e che hanno sollevato le mattonelle, segnali stradali ed infine anche i paraurti delle auto.

Mancano completamente anche gli scivoli, in tantissimi punti il marciapiede è altissimo e non vi è possibilità di discesa. Per i pedoni che transitano nella zona tutto questo può risultare stretto o di dubbio gusto, ma per un disabile la circolazione diventa impossibile. La via è piena di barriere architettoniche.

Ci sarebbe bisogno di una progettazione seria per rendere la città agevole, accessibile ed inclusiva. Confidiamo nella prossima amministrazione e nella sensibilità di chi verrà.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.