SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’imbarcazione “Stranagente” dell’armatore Vladimiro Fratini ha vinto la XXIV edizione del Trofeo Challenger “Manuela Sgattoni”, la manifestazione più importante del Circolo Nautico Sambenedettese, che ogni anno riunisce tantissimi appassionati velisti. Quest’anno erano 23 gli scafi iscritti per un totale di 105 partecipanti, tutti iscritti al circolo e nemmeno la disavventura capitata all’imbarcazione El Siton, disalberata causa vento (ma senza conseguenze per l’equipaggio), ha intaccato l’atmosfera di festa che si è vissuta per l’intera giornata, impreziosita dal pranzo messo in tavola da Roberto del ristorante del Circolo Nautico.

Tornando alla gara, “Stranagente” ha vinto la regata della classe B Fiv Vele bianche, aggiudicandosi anche il Trofeo “Manuela Sgattoni”, che è stato consegnato dal consigliere delegato agli eventi Giuseppe Mattetti, dalla consigliera con delega al settore vela Laura Cennini e dai genitori della velista scomparsa.

L’imbarcazione di Vladimiro Fratini ha preceduto nell’ordine “Zefira” di Carlo Merlini e “La luna nel cassetto” di Nazzareno Marcozzi. Per quanto riguarda la regata riservata alla classe A Fiv Spy – Gennaker, la vittoria è andata a Poquito dell’armatore Francesco Gullì, su Adrenalina a mille (armatore Bruno Bucciarelli) e Reve de Vie (armatore Ermanno Galeati). In occasione della premiazione sono state assegnate anche tre borse premio offerte da Banca Generali (presente alla premiazione con Massimo Verdecchia) a tre atleti squadra agonistica del CNS.

I premi sono andati a Leonardo Mariani, in qualità di più giovane atleta classe Optimist, a Riccardo Caserta (più giovane atleta classe Laser) e a Raffaele Brunetti per il passaggio di classe da Optimist a Laser. Le premiazioni sono state condotte egregiamente da Manrico Urbani che ha elogiato tutto lo staff del Circolo Nautico Sambenedettese per l’organizzazione impeccabile, sia in mare che a terra.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.