CUPRA MARITTIMA – Dal 9 al 12 settembre il Festival itinerante promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Marche “MArCHESTORIE: racconti e tradizioni dai borghi in festa” farà tappa a Cupra Marittima.

Grande soddisfazione per tutta l’amministrazione del ridente borgo piceno che non nasconde anche un pizzico di emozione: “E’ stata una lotta contro il tempo, la Regione ci ha dato l’ok solo poco dopo Ferragosto – dichiara l’Assessore con delega al Turismo Daniela Luciani – Abbiamo lavorato notte e giorno, nel vero senso della parola, coinvolgendo tutto il comune. Siamo molto orgogliosi del programma che siamo riusciti a mettere in piedi. La sinergia con le varie associazioni coinvolte è stata fondamentale. Era un’opportunità da non lasciarsi sfuggire, visto l’obiettivo della manifestazione: valorizzare i borghi della nostra regione e rianimarli dopo la pausa dovuta alla pandemia con una serie di iniziative e spettacoli dal vivo.”

Per farlo nel miglior modo possibile si è puntato su una rappresentazione teatrale che porta in scena la fiaba del professor Antonio De Signoribus:La Castellana di Marano – Storie di Amore e di Magia“.

“Le fiabe sono spesso sottovalutate, ma hanno una valenza antropologica e filosofica che va recuperata. – afferma De Signoribus – E questo luogo quasi magico si sposa benissimo con questo compito.”

L’onore e l’onere di dare vita ad un racconto cartaceo è stata affidata alla Associazione Rattattù, presieduta da Luca Vagnoni che è anche regista dello spettacolo: “Era da tempo che cercavamo un’esperienza del genere, era un nostro piccolo grande sogno. E questo borgo è il luogo ideale, è veramente fiabesco. Nella trasposizione drammaturgico-teatrale abbiamo cercato di mantenere tutti gli elementi classici della fiaba: l’amore e la magia, inserendo anche personaggi buffi e scanzonati. Il tempo era poco ma abbiamo lavorato intensamente. Verrà sicuramente fuori qualcosa di bello e coinvolgente.”

Tantissime le iniziative e le attività che accompagneranno l’appuntamento principale in modo da offrire ai visitatori ed ai turisti di settembre delle esperienze memorabili nel paese rivierasco. E tantissime sono le associazioni coinvolte.

L’Associazione “Castagne al Borgo” si occuperà di “Cupra d’Amare”, un itinerario che accompagnerà i visitatori in alcuni luoghi caratteristici della storia e della cultura di Cupra deliziandoli con le tipicità enogastronomiche locali.

L’Avis e l’Associazione Amadeus in collaborazione con il quintetto di ottoni Morgen Brass proporranno il Concerto “Pierino e il lupo” di Prokofiev.

Numerose le iniziative all’aperto anche per i più piccoli: dai laboratori didattici al “Coloriamo il Parco”, il tutto a cura dell’Associazione Arca dei Folli.

Interessantissimo anche il percorso “La Fiaba dei Borgh’in pietra” : una mostra itinerante, accompagnata da un opuscolo che narra una breve fiaba, dove le sculture del maestro Nazzareno Tomassetti, collocate in vari punti della cittadina, diventano protagoniste.

Per chi è interessato a percorsi naturalistici e ad attività sportive sarà possibile partecipare alla passeggiata di 8 km. alla scoperta del Parco Archeologico Naturalistico “Civita” o ammirare dal mare il borgo di Marano veleggiando sulla costa grazie alle attività nautiche organizzate dalle associazioni Kayak Sea Spirit, Cata-Marà, Cupra a Vela e A.S.D. Windsurf School Cupra.

Per l’occasione poi l’Associazione “Amici del Presepe” sarà a disposizione per consentire di visitare ed ammirare il famosissimo Presepe Permanente costituito da 19 diorami scenici eseguiti in gesso e polistirolo con una particolare tecnica.

Al termine della conferenza stampa l’intervento del vice sindaco Lucio Spina che con orgoglio dichiara: “Un lavoro encomiabile, un programma eccezionale, quasi incredibile viste le circostanze ed i tempi strettissimi. Un ringraziamento a nome di tutta l’amministrazione.”

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.