GROTTAMMARE –Venerdì 20 agosto, nella splendida cornice dello chalet Adriatico di Grottammare, è andato in scena con grande successo e soddisfazione il progetto “Dalla Vigna alla Tavola – Le Marche a Piccoli Sorsi“, ideato da Maria Pia Spurio e realizzato con il contributo dalla Regione Marche – Coordinamento della Comunicazione, a cura del Servizio Politiche Agroalimentari, che ha registrato il tutto esaurito.

La cena è stata sapientemente preparata da Michael Ottavi, chef professionale diplomato e tre sono state le cantine abbinate ai piatti promosse dal Sommelier Ivan Millanaccio, appartenente all’AIS Marche- delegazione di Ascoli Piceno: con l’entreè la Passerina Brut Emmanuel Maria della Cantina Il Conte di Villa Prandone di Monteprandone,  con il primo la Passerina  La Musa, un Marche IGT della Cantina Di Ruscio S.r.l. di Campofilone e con il secondo un Pecorino Offida DOCG della Cantina D’Ercoli di Cossignano; con il dolce, invece, il sommelier ha proposto un’anisetta biologica dell’azienda Terre dei Calanchi Piceni di Castignano. Altre quattro aziende, inoltre, hanno fornito le materie prime per la cena: l‘Oleificio Silvestri Rosina di Spinetoli, l‘ Azienda Agricola Mestechì di Castignano, il Bosco d’Oro di Ascoli Piceno e Zafferano Piceno di Acquaviva Picena. La serata è stata allietata dalle note del bravissimo trombonista Lito Fontana, docente presso il Conservatorio di Hall in Tirol e artista di fama internazionale; presenti alla cena, oltre alla professoressa Spurio, docente di “Accoglienza Turistica” presso l‘ Istituto Alberghiero di Ascoli Piceno, Carmine Chiodi, consigliere comunale del Comune di San Benedetto del Tronto e presidente della II Commissione Consiliare Attività produttive e Turismo, Anna Amici, organizzatrice dell’evento in qualità di ditta capolifa aggiudicatrice del bando e presidente dell’AFI (Associazione Famiglia Impresa), Sara Giorgi, guida turistica e Presidente Federagit / Confesercenti di Ascoli Piceno e Fermo, Marco Di Ruscio e Jessica Mauro, in rappresentanza della Cantina Di Ruscio S.r.l., vincitrice qualche settimana fa del prestigioso Premio Marchigiano “Amare il Falerio” con il suo Falerio Campofilonis DOC 2020, Paolo De Santis, in rappresentanza della Società Agricola Il Conte Villa Prandone di Monteprandone, Pietro Albertini, in rappresentanza dell’Oleificio Silvestri Rosina di Spinetoli, Roberto Tomasone, in rappresentanza dell’ azienda Zafferano Piceno e della neonata Associazione Zefferano Marchigiano, Giovanni Gagliardi, titolare dell’azienda Terre dei Calanchi Piceni di Castignano. Al termine della serata è stata sorteggiato il vincitore di un soggiorno per due persone presso Le Piccine, una deliziosa struttura nel centro storico del piccolo borgo medievale di Force.

“Quella di Venerdì è stata la settima delle undici serate di valorizzazione enogastronomica e turistica del Piceno, nate con l’intento di avviare un’azione promozionale specifica per il settore vitivinicolo di qualità marchigiano, oltre alle produzioni agroalimentari marchigiane, con il coinvolgimento della ristorazione e degli operatori turistici – ha dichiarato Maria Pia Spurio.

Ancora quattro gli appuntamenti previsti nel mese di settembre: venerdì 3 presso l’Hotel Parco dei Principi di Grottammare, domenica 5 presso lo Chalet Beluga Beach di Grottammare, lunedì 6 presso il Ristorante Rebel di San Benedetto del Tronto e mercoledì 8 presso l’Hotel Excelsior di San Benedetto del Tronto.

È possibile prenotare inviando un messaggio su whatsapp o contattando la segreteria organizzativa al 339 8262252. Per le chiamate il numero è attivo tutti i giorni dalle 15:00 alle 18:00.

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.