SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito una nota diffusa dal Comune di San Benedetto il 10 agosto.

In relazione alla dispersione di fumo avvenuta ieri dall’impianto di cremazione del civico cimitero, l’Amministrazione comunale ha immediatamente chiesto all’Azienda Multi Servizi spa, che ha in gestione l’impianto, di appurare le cause dell’inconveniente.

Dalla relazione tecnica pervenuta emerge che, a causa di un malfunzionamento del sistema di raffreddamento della temperatura dei fumi, si sono incendiati i filtri in tessuto. In ogni caso, l’incendio ha interessato esclusivamente il contenitore chiuso di circa 6 metri cubi ove sono ubicati i filtri che però è a diretto contatto con il camino esterno.

Da qui l’impossibilità di captare i fumi derivanti dall’incendio. Che la portata dell’incidente sia stata circoscritta alla sola parte terminale dell’impianto, che è stato subito arrestato dagli addetti, è confermato dal fatto che i Vigili del Fuoco non hanno posto in essere alcuna azione.

In ogni caso sono in corso le necessarie verifiche per comprendere la causa del guasto che, su questa tipologia di impianto, è un’eventualità rara ma non impossibile e che comunque non ha alcuna correlazione con il normale funzionamento del forno crematorio.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.