FERMO – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione il 4 agosto, dalla Questura di Fermo. 

Costanti i controlli sulla movida selvaggia nel Fermano. Sanzionato e diffidato uno stabilimento balneare per assembramenti di giovani e giovanissimi indifferenti alle misure contro i contagio da Covid-19.

Si sono intensificati lo scorso fine settimana estivo i controlli sulla costa fermana. La Questura ha effettuato una serie di accertamenti finalizzati a verificare il rispetto delle norme.

L’attività di controllo ha permesso di accertare che il gestore di uno stabilimento balneare ha organizzato un evento alla quale hanno partecipato centinaia di giovani che ballavano la quasi totalità dei quali senza dispositivi di protezione delle vie aeree.

L’evento è stato immortalato dagli avventori e proprio dalle immagini dei video postate dai giovani sono partite le attività della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura per individuare il locale nel quale si erano verificati gli assembramenti.

Acquisiti tutti gli elementi, è stata irrogata e notificata al titolare la prevista sanzione amministrativa, ed il Questore della provincia di Fermo ha formalmente diffidato il titolare dell’esercizio dal proseguire l’attività vietata.

In caso di reiterazione dell’illecito le norme prevedono, oltre ad elevate sanzioni amministrative, la sospensione immediata della licenza e, in caso di mancanza della prescritta autorizzazione comunale, ulteriori pesanti conseguenze amministrative per il titolare.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.