SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche quest’anno l’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto ha deliberato il sostegno al progetto, proposto dai volontari dell’associazione “Il Germoglio Onlus”, per impiegare alcuni detenuti nella cura e manutenzione dei giardini pubblici e delle aree comunali.

I detenuti, alcuni agli arresti domiciliari, durante questa estate vengono impiegati sotto la vigilanza dei volontari dell’associazione che operano su autorizzazione dei competenti uffici del Ministero della Giustizia e la supervisione del personale del Servizio Aree verdi del Comune.

“E’ questo il terzo anno che sosteniamo il progetto – dice l’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni – perché l’esperienza ci insegna che queste persone ricevono benefici dall’impegno per la collettività e dimostrano, in primo luogo a loro stessi, che è possibile una ripartenza dopo l’esperienza del carcere. Ringrazio la cooperativa Il Germoglio e il suo presidente Cosimo Bleve per essersi impegnati in questo percorso sicuramente non facile ma che dà, come abbiamo verificato, ottimi risultati.”


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.