ALBA ADRIATICA – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 28 luglio, dalla Questura di Teramo.

A seguito del ritrovamento delle sostanze stupefacenti in casa di un cittadino teramano nella decorsa giornata, gli investigatori della Squadra Mobile successivamente si sono portati nell’altra abitazione in disponibilità del medesimo sita ad Alba Adriatica.

In questa era presente un cittadino di nazionalità senegalese di trentasette anni: è stato così che, nascosti in cassetto della camera da letto del proprietario,  sono stati rinvenuti  altri 50 grammi di cocaina, mentre in quella del predetto cittadino straniero, amico dello stesso, ben 70 confezioni di sostanze dopanti (testosterone, nandrolone, metenolona, trembolone, gonadotropina, oxymetholone), verosimilmente oltre che per la propria persona, anche per la cessione ad altri.

Inoltre all’interno di un armadio, dentro una busta in cellophane coperta da un asciugamano, è stato rinvenuto anche un specie di rudimentale ordigno, di cui l’uomo non ha saputo dare valida spiegazione sul possesso e che ora gli Artificieri della Polizia di Stato della Questura di Pescara, subito interessati, stanno esaminando per la valutazione tecnica sulla composizione e sulle eventuali potenzialità esplosive.

Il 37enne è stato denunciato per utilizzo e sommistrazione di sostanze dopanti prevalentemente per usi sportivi e di accrescimento del fisico, nonché per il possesso del citato manufatto con possibile potenzialità esplosiva.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.