CUPRA MARITTIMA – Di seguito una nota dell’associazione Questione Natura, giunta in redazione il 28 luglio.

Ambientiamoci Insieme di Questione Natura: camminata ecologica per il Parco Archeologico e via delle Ginestre a Cupra Marittima.
Siamo stati a Cupra per raccogliere lo sporco disperso nella natura. La prima tappa è stata il Parco Archeologico dove i rifiuti non erano molti, maggiormente micro plastiche e pezzi di rete. La scoperta è stata entusiasmante: duranti gli scavi degli ultimi anni hanno ritrovato tracce dei romani rinvenendo molti resti dell’antica Roma. Così in questa atmosfera surreale e mistica abbiamo potuto ammirare l’arte  e scoprire leggende e fatti di una storia tanto antica quanto bella, rispolverando persino un’antico tempio.
Dopo l’esplorazione abbiamo – incontrando anche una bellissima vipera – proseguito la raccolta per via delle ginestre, dove i rifiuti trovati sono parecchi:
• 5 sacchi pieni di immondizia;
• tanta, troppa plastica;
• una gabbia per animali;
• due barattoli d’alluminio arrugginiti con rimasugli di oli inquinanti;
• bibite e lattine delle multinazionali più famose;
• una barca;
• 15 mascherine;
Adesso la natura è tornata a splendere e noi vogliamo ringraziare con il cuore Antonella Romoli Venturi per l’entusiasmo, il sorriso e la voglia di fare, Fabiana Angellotti, il nostro angelo custode e il vicesindaco Lucio Spina che è venuto con noi e si è sporcato le mani durante tutta la raccolta, ci ha fatto scoprire diversi segreti sulla bellissima Cupra e ci ha offerto un rinfresco per ringraziarci dell’aiuto. Noi siamo stati bene, abbiamo imparato tanto e non vediamo l’ora di tornarvi a trovare! A presto e ancora grazie. Questione Natura, questione di priorità.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.