SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Capitolo Samb, in Riviera spazio anche ad un altro tema molto delicato.

Oggi, 26 luglio, si è svolto il Consiglio Comunale di San Benedetto, in presenza, presso la sala consiliare del municipio.

Al settimo punto dell’ordine del giorno era prevista “la presentazione dei lavori della commissione d’indagine sull’attività dell’amministrazione relativa alla gestione dello stadio comunale Riviera delle Palme e sulla natura dei rapporti intercorsi tra l’amministrazione stessa, la società Sambenedettese Calcio ed eventuali altri parti”.

Invece la relazione è stata secretata scatenando le polemiche dei consiglieri comunali di minoranza. Fuori dal municipio è stato anche affisso, da cittadini e da una delegazione di ‘Cambia San Benedetto’, uno striscione: “Riunione segreta? Vergogna”.

Una polemica nata anche dal fatto che dopo le prime due sedute pubbliche, con diretta streaming sul canale YouTube del Comune, quelle successive sono state sempre, invece, “segrete” e chiuse a cittadini e giornalisti.

Il consigliere Giorgio De Vecchis ha affermato: “Non esiste che il lavoro di una commissione d’inchiesta di un ente pubblico comune non sia discussa in Consiglio Comunale La Commissione d’altronde non aveva funzione di indagine quindi non avremmo fatto ‘processi’, perché secretare la relazione? La città di San Benedetto meritava più trasparenza a riguardo”.

Alla fine la discussione sul settimo punto concernente la questione stadio è stata rinviata anche a causa dell’irruzione dei tifosi della Samb dopo la notizia dell’esclusione della squadra dalla Serie. I supporter hanno contestato duramente Piunti, Tassotti e Troli.

Samb, l’ira dei tifosi rossoblu in Consiglio Comunale: irruzione e Piunti contestato


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.