SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Educare, includere, rinascere: sono queste le parole chiave dello Special Campus per ragazzi disabili, che ha preso il via a San Benedetto del Tronto, mediante una sinergia fra Asd Stella del Mare in collaborazione con l’Università di Camerino.

“L’idea nasce da un gruppo di esperti nel campo delle scienze motorie – spiega il professor Roberto Ciferni – ed è impegnato per il 50% nell’ambito della disabilità e per l’altra metà nello sport tradizionale. Questo perchè l’inclusione non si ottiene lavorando a compartimenti stagni, bensì attraverso un’osmosi che comprenda sia grandi che piccoli. I nostri ragazzi qui hanno la possibilità di praticare vari sport: dal calcio, alla pallavolo, al basket, al tennis, oltre che nuoto, canottaggio e sub nella bella stagione. Il nostro motto è “Yes I can“, quello che vogliamo far capire ai ragazzi è che vincere non è l’unica cosa che conta”.

Presente all’incontro anche il sindaco Piunti che he speso belle parole per l’iniziativa: “La più bella cartolina che la città possa offrire”. Alle parole del primo cittadino fanno eco quelle dell’assessore ai Servizi Sociali Emanuela Carboni: “Come amministrazione comunale abbiamo voluto fortemente sostenere sin da subito il progetto, vedere questi ragazzi divertirsi e sorridere non ha prezzo”.

Il Campus avrà luogo presso il giardino dell’Università Unicam sul lungomare di San Benedetto e nel tratto di spiaggia antistante. Gli appuntamenti sono ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8 alle ore 13.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.