ALTIDONA – Si è giunti alla chiusura della quarta edizione della rassegna culturale “Terrazza vista mare” dedicata ai libri che negli anni è cresciuta ritagliandosi uno spazio tra gli eventi culturali estivi del territorio fermano. “Siamo veramente felici di questa edizione” – afferma il Sindaco di Altidona Giuliana Porrà – Abbiamo affrontato tematiche importanti, ponendo l’attenzione sulle sfide che riguardano soprattutto la nostra terra e la comunità che rappresentiamo. Un ringraziamento a tutti i collaboratori della rassegna ed un invito a partecipare all’ultimo appuntamento con le autrici di questo libro che ho voluto fortemente e credo possa rappresentare quanto c’è di bello e di nascosto nella nostra splendida regione Marche.

Ultimo appuntamento della mini rassegna lunedì 19 luglio alle ore 21.30, presso la Piazza del Teatro Comunale per la presentazione di “Più diritti per streghe malvagie”. Editore: Giaconi Editore dialogo con una delle 10 autrici del libro Roberta Capozucca e l’illustratrice Cristina Lanotte.  Il libro è stato scritto da un collettivo di 10 autrici, tutte donne e tutte Marchigiane ma che in realtà lavorano fuori regione chi a Milano chi invece a New YorK o Londra.

Parlare di cultura nella splendida cornice della terrazza vista mare Altidona dove è stato allestito un piccolo palco allestito grazie alla collaborazione “Maison Maison” che ha saputo trasformarlo in un vero salotto letterario. “Mentuccia, basilico, lavanda, rose rosse e rosmarino, due o tre preghiere e sale a scelta” – è questa l’introduzione di una delle autrici del libro Roberta Capozzucca: “Sono questi gli ingredienti e le parole magiche che aprono le serrature arrugginite della memoria e ispirano i racconti del Sabba della Domenica. Un collettivo marchigiano nato per gioco durante l’era dei grandi lockdown del Covid-19”.

Un libro collettivo di dieci autrici e venticinque illustratrici che partono alla riscoperta delle grandi donne della storia marchigiana per capire il presente nel quale vivono. Il ‘Cammino delle Streghe’ parte dai monti maledetti del Sabba del Nord, scende e risale fin sulle cime innevate dei Sibillini, terra di fate; passa per tutte le fonti avvelenate di borghi ventosi, fino a scendere giù verso l’Adriatico magico, popolato da mostri e sirene. Tra leggenda e realtà, sacro e profano, tra incantesimi e maledizioni, in un gioco sfacciato da ragazze, le Streghe Malvagie affermano le loro storie immortali. Ingresso libero


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.