SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Autostrada, annunci in arrivo per quanto riguarda il tratto piceno-fermano dell’A14 martoriato dai lavori, dalle code e spesso anche da incidenti.

Il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e l’assessore alle infrastrutture Francesco Baldelli, insieme ai Prefetti delle Province di Ascoli Piceno e Fermo, hanno incontrato oggi, 6 luglio, i Sindaci dei territori delle due province e i Presidenti delle stesse per una riunione istituzionale che riguarda, ovviamente, l’A14.

L’incontro si è svolto alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto dove, al termine, alle 18,30, è stata indetta conferenza stampa nella quale sono state illustrate le ultime novità.

Francesco Acquaroli afferma: “Dal 9 luglio sospesi i lavori in A14 per tutta l’estate. Obiettivo minimo ma importante e non scontato. La nostra richiesta, è quella dei primi cittadini del Piceno e del Fermano, ad Autostrade per l’Italia è subito un cronoprogramma per l’autunno ed evitare nuovi disagi e soprattutto incidenti. Terza corsia è fondamentale, è un problema di dorsale adriatica, non solo del sud delle Marche. Le infrastrutture sono una delle principali priorità della Giunta regionale che è al lavoro per programmare e progettarne la ripartenza”.

“Incontri iniziati dalla fine di febbraio, con cadenza mensile – ha affermato l’assessore alle infrastrutture Francesco Baldelli – abbiamo chiesto la rivisitazione del cronoprogramma dei lavori ad Autostrade, poiché era particolarmente impattante per il territorio del sud delle Marche, sia per la mobilità che per lo sviluppo economico. I cronoprogrammi indicavano addirittura in alcune formazioni code di 29 chilometri di lunghezza. Abbiamo ottenuto in prima istanza la chiusura del cantieri nei fine settimana e il dimezzamento del pedaggio, come atto simbolico, e più importante la conferma della sospensione dei cantieri dal 9 luglio per tutta l’estate fino a settembre. Già dalla prossima settimana convocheremo il tavolo di lavoro per condividere con i territori l’evoluzione dei lavori a partire da settembre, ma anche interventi strutturali definitivi che prevedano la prosecuzione, da Porto Sant’Elpidio, di una Autostrada che abbia tre corsie prevedendo una serie di alternative progettuali”.

Sulla dura nota degli autotrasportatori, risentiti per non essere stati convocati alla riunione odierna, il presidente Francesco Acquaroli ha risposto: “Era semplicemente una riunione di caratura istituzionale con Prefetti e sindaci sulla situazione con Autostrade per l’Italia e sui prossimi lavori che riguarderanno vari territori. Non escludiamo comunque un futuro incontro con gli autotrasportatori per parlare di altre tematiche come la gestione dell’A14 e la sicurezza. Comprendiamo le difficoltà e la proteste che hanno sollevato, saremo contenti di parlare con loro”.

Per rivedere la conferenza stampa, e ascoltare tutte le dichiarazioni, guarda il nostro video in primo piano o la nostra diretta Facebook, clicca qui.