SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il successo dello scorso anno ritorna dal 26 giugno la Festa della Piccola Pesca Costiera. L’evento prende inequivocabilmente il nome dalla pesca esercitata da piccole imbarcazioni entro le 6 miglia che utilizzano attrezzi da pesca fissi, nasse e retine, nel pieno rispetto dell’ambiente marino.

Promossa dal Comune di San Benedetto del Tronto, quest’anno è anche tappa inedita del Grand Tour delle Marche, il format di turismo esperienziale proposto da Tipicità ed ANCI Marche.

Il consigliere Emilio Del Zompo presenta l’iniziativa “L’obiettivo è duplice, riportare l’attenzione sulla piccola pesca, sia a livello nazionale che locale e contemporaneamente accendere le luci dei riflettori su San Benedetto. Stiamo cercando di dare una nuova visione al concetto di piccola pesca, soprattutto per sottolineare il rapporto che si crea tra uomo e mare in questa attività per sua natura sostenibile. E’ un nuovo lifestyle che vogliamo far conoscere a tutti.”

Il comandante in seconda della Guardia Costiera, Nicola Pontillo “La Guardia Costiera non può che vedere di buon occhio questa iniziativa. La speranza è che possa attrarre le nuove generazioni, in quanto oltre al basso impatto che tutela l’ambiente marino, la piccola pesca valorizza l’attività lavorativa del pescatore. La catena di distribuzione è molto corta, quindi massima qualità ad un prezzo molto vantaggioso.”

“Con questa iniziativa c’è l’opportunità di posizionare San Benedetto del Tronto ai primi posti del nuovo scacchiere del turismo” – commenta Alberto Monachesi, direttore organizzativo del Grand Tour – “E’ un momento storico, inizia una nuova era. Ed il valore della piccola pesca è perfettamente in linea con tutti i recenti orientamenti comunitari e nazionali in tema di sostenibilità.”

“Dalla pesca San Benedetto ha tratto tutto il beneficio che oggi può mostrare. Da borgo marinaro si è trasformata in città” – sottolinea il Sindaco Pasqualino Piunti – “Questo grazie al duro lavoro dei marinai ed alla abnegazione delle loro mogli. Dobbiamo quindi esaltare le nostre radici e dare loro più visibilità possibile. Vogliamo che da questi posti meravigliosi il turista porti a casa non un semplice souvenir, ma un’emozione.”

Per quanto riguarda il programma dell’evento, Barbara Zambuchini illustra i vari appuntamenti tra talk show, esperienze immersive di PescaTurismo, trekking urbano-marinaro e passeggiate educative dedicate al mare e alla pesca ed alle attività connesse, ma anche menù a tema nei locali della città aderenti all’iniziativa.

Si comincia sabato 26 giugno:

Dalle ore 10.00 alle 11.00 Visita didattica e tour virtuale su FB per gli studenti

Attività con finalità didattica e divulgativa volta alla conoscenza delle specie ittiche, la stagionalità, i mestieri e le tradizioni legate alla piccola pesca, in compagnia di guide d’eccezione: i pescatori della piccola pesca del Consorzio CO.GE.PA. Organizzato dal Centro di Educazione CEA Ambiente e Mare, riconosciuto  R. Marche, Partners in Service Srl.

Dalle ore. 10.00

Trekking Urbano Porto “In Blu Turismo Sostenibile in Adriatico” – Itinerario Porto Sud Piccola Pesca – Torrione. Strutturato su diversi percorsi di visita accessibili in piccoli gruppi con il rispetto delle normative vigenti, questo percorso è proposto ed organizzato dal Centro Educazione CEA Ambiente e Mare, riconosciuto R. Marche, Partners in Service srl, in collaborazione con i pescatori della piccola pesca del Consorzio CO.GE.PA.

PescaTurismo “In Blu Turismo Sostenibile in Adriatico” (su prenotazione)

Sarà possibile uscire dal porto sud di San Benedetto del Tronto con le barchette dei pescatori della piccola pesca, per conoscere il Mare Adriatico e la Pesca Costiera Locale “In Blue Experience”. Un viaggio di intense emozioni, la pesca come momento di apprendimento e il piacere di trascorrere una giornata in mare con i pescatori. Organizzato dal Centro Educazione CEA Ambiente e Mare, riconosciuto R. Marche, Partners in Service srl, in collaborazione con l’Accademia della Cultura e del Turismo Sostenibile.

Info & prenotazioni l’Accademia della Cultura e del Turismo Sostenibile, cell 351.8737873; e-mail accademiaculturaturismo@gmail.com https://www.turismosostenibile.eu/it/home

Dalle ore 10.30 Piccola pesca e nuovi scenari di “next normal

I vantaggi di un modello storico che si proietta nel futuro:

 sostenibile, inclusiva, integrata, circolare

Nel periodo pandemico tanti valori sono stati messi in discussione e tante pratiche, spesso marginalizzate, sono tornate in voga in quanto interpretano uno stile di vita e un rapporto con il pianeta più sano ed equilibrato. La Piccola Pesca Costiera ha ancora tanto da dire al mondo nuovo… con saggezza antica!

L’evento si svolge presso il Mercato Ittico San Benedetto del Tronto e sarà fruibile anche “live” o streaming sul canale ufficiale di Tipicità, nella piattaforma Facebook. Il talk show è condotto da Angelo Serri: Direttore di Tipicità e prevede il contributo e la partecipazione diretta di operatori di settore e di tanti interlocutori autorevoli.

L’incontro può essere seguito sul portale ufficiale della manifestazione www.lapiccolapesca.it, dove rimarrà fruibile anche in seguito.  

Nella speciale occasione, il mercato ittico ospiterà:

Info Point del progetto Adrismartfish. Partendo dalle grandi caratteristiche di adattabilità e flessibilità nonché dall’importanza socioeconomica e dal ruolo culturale e tradizionale della piccola pesca artigianale per le comunità costiere dell’Adriatico, AdriSmartFish intende valorizzarne e rafforzarne la sostenibilità attraverso azioni pilota condivise volte a garantire un prelievo sostenibile delle risorse alieutiche ed a promuovere innovazione di prodotto e di mercato.

Info Point del progetto Prizefish. Il progetto Prizefish ha coinvolto più pescatori della Piccola Pesca del Consorzio COGEPA nella sperimentazione di un’App volta a valorizzare il pescato adriatico sul territorio ed al contempo aumentare la consapevolezza dei consumatori sulla qualità ed il valore del pescato locale “Adriatico”. 

Info Point “Tipicità Village”, destinato a valorizzare le peculiarità locali delle Marche e le proposte “esperienziali” delle singole comunità, attraverso il circuito di ben 26 eventi “Grand Tour delle Marche” che mette in rete le iniziative più significative della regione, con particolare focalizzazione su cibo e manualità. Il Grand Tour delle Marche è promosso da Tipicità ed Ancia Marche, in collaborazione con Regione Marche ed oltre 40 partner privati ed enti pubblici locali.

Degustazione Guidata. Attività realizzata con la collaborazione di Coop Alleanza 3.0 che valorizza il pescato locale della piccola pesca costiera in abbinamento ai vini del territorio ed ai prodotti tipici “di terra”. Tale attività è rivolta ad un target di stakeholders primari, quali giornalisti, pescatori, imprenditori, amministratori.

DOMENICA 27 GIUGNO

Ore 19.00

Celebrazione Santissima Messa in onore della madonna della Piccola Pesca

DAL 26 GIUGNO AL 4 LUGLIO

Circuito di Locali: Il menù della Piccola Pesca Costiera

Ristoranti e chalet per una settimana proporranno speciali menù a base di prodotto ittico della piccola pesca e di stagione.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.