GROTTAMMARE – Gioia e soddisfazione lungo la Perla dell’Adriatico.

Oggi, 19 giugno, è stato inaugurato il Parco Arena Sisto V di Grottammare vicino al Vecchio Incasato. Nuova location per eventi culturali e non solo.

“A dominare oggi sono le sensazioni di una scoperta, quel senso di avventura e di entusiasmo per le potenzialità rivelate di un progetto che era già idea del sindaco Luigi Merli – afferma il sindaco Enrico Piergallini – . Anni fa, immaginavamo un’arena a gradonate, oggi a costi sostenibili abbiamo realizzato comunque uno spazio da 200  posti, con potenzialità da 1000”.

Ringraziamenti al consigliere delegato alle Manutenzioni Bruno Talamonti (presente alla conferenza stampa, insieme al consigliere Stefano Novelli) e al coordinatore della squadra esterna degli operai comunali, Domenico Vallorani.

Le dichiarazioni di Bruno Talamonti

L’arena verrà inaugurata ufficialmente il 20 giugno con Sconfiniamo, la manifestazione dedicata alla Giornata mondiale del Rifugiato che si svolgerà alla presenza di Pietro Bartolo, l’europarlamentare siciliano, già medico nelle prime linee dell’accoglienza dei migranti a Lampedusa.

L’area – di proprietà dell’Istituzione Povera Costante Maria che l’ha concessa in comodato gratuito al Comune – è stata attrezzata con un palco di 8mx8m, 200 sedute  (in linea con le misure di sicurezza sanitaria), un box biglietteria e bagni chimici. Dopo la bonifica dello spazio – inutilizzato da anni – attuata per conto del Comune  dalla Eurocoop Laga, i lavori si sono concentrati sull’ accesso (da via Cagliata), per addolcire le pendenze e rendere il percorso facile a tutti. I volontari della Protezione civile, tuttavia, saranno parte del servizio di accoglienza a disposizione di chi ne avesse bisogno.

Il Parco misura complessivamente 10 mila mq, parte degli antichi orti a gradoni tipici del vecchio incasato di Grottammare, ospita piante di pero, ciliegio, fichi, aranci e ulivi: “Questo giardino ha superato indenne l’edificazione di questa parte della città. Un luogo a portata di mano, ma non visibile che ora torna a vivere” affermano dall’amministrazione.

L’intitolazione a Papa Sisto V doverosa nell’anno del V centenario dalla nascita: “Sicuramente un giardino che ha allietato l’infanzia di Felice Peretti, nato a Grottammare nel 1521”.

L’auspicio futuro dell’amministrazione è di acquisire l’area al patrimonio comunale.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.