MASSIGNANO – Oltre al sindaco Massimo Romani, erano presenti altri rappresentanti delle istituzioni, nonché l’esperto storico avvocato Lucio Olivieri. Sono state percorse tutte le tappe del tragico episodio avvenuto nel 1944, il quale ha segnato per sempre la comunità massignanese e non solo.

Dodici le vittime giustiziate nella rappresaglia da parte delle truppe tedesche della Wehrmacht, allo scopo vendicare un loro commilitone scomparso; in seguito scoperto soltanto ferito ad una gamba.

Oggi i discendenti dei civili uccisi e tutta la cittadinanza di Massignano rendono omaggio ai loro concittadini vittime di questa tragica vicenda.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.