MARTINSICURO – “Stava scontando, in detenzione domiciliare, la condanna per furto aggravato, commesso nella Provincia di Foggia, ma all’interno dell’abitazione la situazione era divenuta incandescente per la moglie costretta a subire i maltrattamenti del marito violento che, non perdeva occasione per alzare le mani alla donna, apostrofandola con epiteti ingiuriosi”.

Così, in una nota diffusa il 17 giugno, dalla Compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica: “La vittima, stanca dei continui soprusi, ha avuto la forza di denunciare le violenze domestiche ai Carabinieri della Stazione di Martinsicuro che dopo aver raccolto la deposizione, oltre ad inviare l’incarto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, hanno informato tempestivamente, prima che la situazione degenerasse, l’Ufficio di Sorveglianza di Pescara he immediatamente revocato il beneficio disponendo la carcerazione”.

“L’uomo, un 40enne del posto, dopo la notifica del provvedimento restrittivo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Vasto” concludono dall’Arma.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.