ANCONA – “In virtù dell’accordo raggiunto con con l’Us Anconitana e con il consenso manifestato dal Comune di Ancona e dalle delegazioni della tifoseria, il Matelica Calcio comunica che intraprenderà l’iter per il cambio di denominazione sociale in “Ancona Matelica” per la stagione 2021/2022, per giungere poi in quella successiva ad assumere il nome Ancona”.

Si apre così la nota congiunta tra Anconitana e Matelica diffusa il 15 giugno: “La prima squadra disputerà le gare interne del prossimo campionato di Serie C allo Stadio Del Conero, mentre le sei squadre giovanili nazionali si alleneranno e giocheranno negli impianti della città dorica. Alla conferenza stampa di presentazione presso la Mole Vanvitelliana hanno preso parte per il Matelica il Patron Mauro Canil con la sua famiglia, la Dg Roberta Nocelli con la sua famiglia, il Direttore Sportivo Francesco Micciola, la segretaria generale Roberta Mancini e l’Addetto Stampa Marta Bitti. Per l’Anconitana erano presenti il Presidente Stefano Marconi ed il vice Presidente Robert Egidi”.

Nel comunicato si legge: “In rappresentanza del Comune di Ancona è intervenuto l’Assessore Andrea Guidotti che ha fatto gli onori di casa. Per la tifoseria organizzata hanno partecipato le delegazioni di Curva Nord, Club Uniti Biancorossi Ancona e Noi Biancorosse. Presente anche il Presidente del Comitato dei marchi Ivo Ballardini. Nel finale ha portato il suo saluto istituzionale sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli”.

L’Us Anconitana ha militato nella stagione 2020-21 in Eccellenza mentre il Matelica ha disputato il suo primo campionato di serie C conquistando i PlayOff per poi arrendersi al primo turno degli spareggi nazionali contro il Renate dopo aver eliminato Samb e Cesena.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.