FERMO – Di seguito una nota, giunta in redazione il 12 giugno, dalla Questura di Fermo.

Anche nella giornata di ieri sono stati svolti servizi straordinari di controllo del territorio di Lido Tre Archi.

Equipaggi della Questura con l’ausilio di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine e dell’unità cinofila della Guardia di Finanza hanno vigilato sulla sicurezza dei residenti e soggiornanti nel quartiere costiero, effettuando posti di controllo e verifiche sia su strada che nei luoghi di aggregazione spontanea della zona, sempre più affollata dai proprietari di seconde case provenienti dal nord Italia.

La Polizia di Stato, nella sola giornata di ieri ha proceduto all’identificazione di circa 200 persone e sottoposto ad accertamento 120 veicoli; più di un terzo dei dati di questo report sono riferiti a persone e mezzi controllati nella località del litorale di Fermo.

Presidio del territorio per il contrasto dei reati, di ogni forma di illegalità e per la verifica del rispetto delle disposizioni a contrasto della diffusione dell’epidemia ancora in vigore nella nostra Regione tra le quali, soprattutto, l’uso della mascherina di protezione in aree pubbliche ed il divieto di assembramento.

E, anche nel corso dei controlli di ieri, sotto quest’ultimo aspetto, i poliziotti hanno riscontrato un concreto rispetto delle norme a tutela della salute collettiva; è stata, infatti, elevata solamente una sanzione ammnistrativa nei confronti di un soggetto non residente che non aveva neppure al seguito il dispositivo di protezione delle vie aeree.

La costante presenza delle pattuglie delle Forze dell’ordine nel quartiere e il senso di responsabilità delle persone hanno dato risulti più che positivi.

In una tra le 45 vetture controllate, il cane della Guardia di Finanza ha rilevato la possibile presenza di sostanza stupefacente ed anche in considerazione dei precedenti del conducente inerenti l’uso di droga è stata effettuata un’ispezione sulla persona e nel veicolo, senza tuttavia ritrovare sostanze illegali che certamente erano state presenti nell’abitacolo nel recente passato.

I controlli della Polizia di Stato sono continuati anche nella sera con personale della Polizia Amministrativa e della Squadra Mobile che hanno sottoposto a verifica numerosi esercizi commerciali e svolto accertamenti in merito ad alcune segnalazioni dei residenti su gestioni irregolari di attività commerciali, senza tuttavia determinare sanzioni a carico dei titolari delle attività controllate.

Diversa, invece, la situazione per quanto concerne la notte appena trascorsa, nella quale le Volanti della Questura, tra le ore 2 e le 4 hanno elevato 8 sanzioni per la violazione del coprifuoco senza giustificato motivo nei confronti di altrettante persone, conducenti e trasportati, che hanno addotto le giustificazioni più fantasiose per tentare di evitare la sanzione.

La quasi totalità delle violazioni del divieto di spostamento, alle quali si è aggiunta nella maggior parte dei casi quella per la mancata disponibilità della mascherina di protezione, è stata contestata a girovaghi notturni italiani e stranieri residenti in altre province.

Controlli a tutto campo della Polizia di Stato anche nella giornata di ieri che proseguiranno costanti ed incisivi anche in questo fine settimana in sinergia operativa con le altre Forze di polizia statali e locali per garantire serenità e sicurezza sulla costa fermana.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.