SAN BENEDETTO DEL TRONTO – 40 anni fa la tragedia all’ex stadio di San Benedetto.

Parliamo, ovviamente, del rogo al Ballarin il 7 giugno 1981. Oggi è stato inaugurato il “Percorso della memoria” con murales e dipinti, realizzati nella nuova Tribuna Ovest, dedicati alla memoria delle vittime Maria Teresa Napoleoni e Carla Bisirri e alla storia calcistica della Samb.

I nostri articoli precedenti

40 anni fa il rogo al Ballarin e la terribile tragedia. Ricordare sempre, dimenticare mai

Ballarin, 40 anni dopo. “Percorso della memoria” sulla storia rossoblu e dedica a Maria Teresa e Carla

In tanti sono giunti presso il vecchio impianto sportivo e molte leggende rossoblu. I primi ad arrivare sono stati Alfiero Caposciutti (centravanti ma anche ex portiere) e Paolo Beni (centrocampista e autentica Bandiera), due pezzi da novanta.

A Riviera Oggi i due ex calciatori hanno rilasciato i loro pensieri: “Il Ballarin è sempre il Ballarin, non ci sono paragoni. Siamo qui per onorare la memoria di Maria Teresa e Carla, di tutti i feriti del tragico rogo di 40 anni fa ma anche per ricordare il portiere dell’Ascoli Calcio Roberto Strulli, deceduto dopo uno scontro di gioco proprio qui (n.d.r. un incidente involontario con Alfiero Caposciutti)“.

Per ascoltare le loro dichiarazioni integrali, visualizza il video in primo piano.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.