TERAMO – “I Carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con il personale della Polizia Locale, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo di anni 42, commerciante ambulante, poiché resosi responsabile dei reati di resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato, inosservanza dei provvedimenti dell’autorità e porto abusivo di oggetti atti ad offendere”.

Si apre così la nota stampa diffusa il 29 maggio dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo: “Il predetto, già sanzionato più volte dagli agenti della polizia locale per inosservanza delle norme di contrasto alla diffusione pandemica del virus Covid-19 e che per tale motivo si era visto interdire dall’amministrazione comunale l’area a lui assegnata all’interno del mercato settimanale del sabato che si svolge nel centro storico della città, alle ore 7 circa odierne, si scagliava contro gli agenti della Polizia Municipale del comune di Teramo, che gli stavano intimando di non esporre la propria merce per la vendita, danneggiando le transenne apposte a limitazione dell’area di sua pertinenza e minacciando gli agenti intervenuti”.

“I Carabinieri intervenuti a supporto riuscivano a bloccare l’arrestato e a condurlo in caserma. Al termine dell’udienza di convalida tenutasi nel corso della mattinata presso il Tribunale di Teramo, l’arresto è stato convalidato” si legge nel comunicato stampa.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.