DIRITTI AL PUNTO – UNA RUBRICA DELL’AVVOCATO ANDREA BROGLIA

Danni cagionati da animali selvatici: a chi fare causa?

Sovente accade di percorrere una strada pubblica ed imbattersi improvvisamente con un animale selvatico che ci taglia la strada o ci appare improvvisamente di fronte.

In caso di collisione con l’animale, i danni che abbiamo riportato, chi ce li risarcisce?

Della questione se è ne è occupata la Corte di Cassazione con la recente sentenza n. 7969/2020.

E’ stato stabilito che nell’azione di risarcimento dei danni cagionati da animali selvatici, a norma dell’art. 2052 c.c., la legittimazione passiva appartiene, in via esclusiva, alla Regione, poiché titolare della competenza normativa in materia di patrimonio faunistico, come anche delle funzioni amministrative di programmazione, di coordinamento e di controllo delle attività di tutela e gestione della fauna selvatica, pure se casomai svolte, per delega ovvero in base a poteri di cui sono direttamente titolari, da ulteriori enti.

La Regione potrà poi rivalersi, eventualmente, verso gli enti a cui sarebbe in concreto spettata, nell’esercizio di funzioni proprie ovvero delegate, l’adozione delle misure che avrebbero dovuto impedire il danno.

 

Se avete domande, curiosità o quesiti di natura giuridica commentate l’articolo, qui o sui social o scrivete a info@rivieraoggi.it, specificando nell’oggetto della mail “Diritti al Punto” e la redazione vi risponderà.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.