GROTTAMMARE – Nella serata di giovedì 27 maggio, torna a colorarsi di blu l’atrio di Palazzo Ravenna. L’occasione è legata all’iniziativa “Lunga vita ai diritti”, con cui l’Unicef Italia ricorda il trentennale della ratifica della convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e promuove un’azione di sensibilizzazione che coinvolge diversi interlocutori nazionali e locali.

L’iniziativa intende ribadire l’obbligo, da parte dello Stato italiano, di rispettare i diritti sanciti dalla Convenzione e la possibilità, per tutti, di essere parte attiva in tale processo, coinvolgendo le istituzioni nazionali e locali, affinché l’attenzione per l’infanzia e l’adolescenza sia un tema centrale nelle rispettive agende politiche.

L’anniversario, non a caso, approderà anche in Consiglio comunale: nell’ordine del giorno della seduta di venerdì 28 maggio, figura la proposta di aderire al Programma internazionale Città amiche dei bambini e degli adolescenti che mira a promuovere, attraverso l’elaborazione di adeguate politiche a livello comunale, il benessere dei minorenni, sulla base dei principi enunciati nella Convenzione ONU, tra i quali in particolare:

– il principio di non-discriminazione (art.2)

– il principio del superiore interesse del bambino e dell’adolescente (art.3)

– il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo (art.6)

– il diritto all’ascolto (art.12).

Il Programma Città amiche dei bambini e degli adolescenti è  promosso dal Comitato Italiano per l’UNICEF – Fondazione Onlus. La proposta di adesione contiene l’invito di organizzare iniziative mirate ogni 20 novembre, in occasione della Giornata internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, e di sostenere le campagne di sensibilizzazione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza promosse dal Comitato.

“A 30 anni da questa giornata, il Comune di Grottammare continua a impegnarsi in prima linea per i diritti dei più giovani e indifesi cittadini della nostra Città – dichiara l’assessore all’Inclusione sociale, Monica Pomili – Oltre a illuminare di blu la sede del Comune come gesto simbolico, proprio in occasione di questa giornata, porteremo in Consiglio Comunale l’adesione di Grottammare alla rete delle città sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti.  Una città amica dei bambini è infatti una città impegnata nella piena attuazione della Convenzione sui Diritti dell’infanzia, e l’Amministrazione di Grottammare – come ha sempre fatto – continua a lavorare con e per i ragazzi, per costruire con loro e per loro un futuro sostenibile e di qualità”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.